Oggi staffetta paralimpica a Palmanova, arriva Alex Zanardi

Un evento sportivo estremamente importante sbarca in regione. Oltre 50 atleti paralimpici, tra i quali il campione Alex Zanardi, fino al 28 giugno, saranno protagonisti di Obiettivo Tricolore, un viaggio a tappe attraverso l’Italia che porterà il testimone da nord, ai confini con la Svizzera, fino ad arrivare a sud, a Santa Maria di Leuca, per lanciare un messaggio di rinascita attraverso lo sport.

L’evento, organizzato da Obiettivo3, farà tappa a Palmanova, in Piazza Grande, verso le 11 di domenica 14 giugno. Durante questa giornata è prevista la partenza di Federico Mestroni da San Daniele del Friuli con arrivo alla città stellata e la ripartenza di Katia Aere in direzione Bibione, con arrivo nella città balneare alle 15.30.

“È un onore ospitare queste manifestazioni. La città accoglierà questi atleti, simbolo di tenacia, sacrificio, passione e forza di volontà nel superare le difficoltà della vita. Una staffetta che vuole favorire la diffusione dello sport paralimpico, portando sempre nuovi atleti a praticarlo”, commenta il Sindaco Francesco Martines, assieme all’assessore con delega allo sport Mario Marangoni.

Che aggiungono: “Palmanova si conferma tappa di grandi eventi, luogo simbolo della nostra regione, città capace di ospitare manifestazioni di respiro nazionale e internazionale”.

Gli atleti percorreranno il loro tragitto in handbike, in bicicletta o in carrozzina olimpica, mettendosi in gioco al servizio della loro passione, consci del valore simbolico che il loro viaggio potrà avere per altre persone.

La staffetta di Obiettivo Tricolore avrà tre partenze differenti, ognuna delle quali comincerà un proprio percorso destinato a unirsi nel cuore dell’Italia prima di proseguire verso la meta. Sono previsti il percorso verde, quello bianco e quello rosso (in cui è inserita Palmanova). Per maggiori informazioni www.obiettivo3.com.

Federico Mestroni, 37 anni, viene da Rive d’Arcano. Come atleta paralimpico, ha cominciato con il basket prima di passare alla carrozzina olimpica, dismessa soltanto nel 2015 per l’handbike. Entrato nel giro della nazionale, nel 2017 è stato convocato e ha partecipato al campionato mondiale in Sudafrica.

Katia Aere, classe 1971, è originaria di Spilimbergo. Agonista di nuoto, inizia a conquistare record incamerando 28 titoli italiani in vasca, iniziando così a sognare le Paralimpiadi. Nell’estate 2018 incontra Alex Zanardi, prova l’handbike e ne viene conquistata.

Lo stesso Alex Zanardi, in un suo messaggio: “L’occasione è di compiere una piccola impresa che possa anche ispirare le persone, svelando come esista sempre spazio per reagire, per ripartire e incidere positivamente su un futuro che è ancora tutto da scrivere. Questa grande staffetta è una sfida che gli atleti hanno fortemente voluto e che io abbraccio con gioia. Li seguirò, cercherò di aiutarli e sostenerli”.

Obiettivo 3 punta a far “apprendere e diffondere la pratica sportiva tra i disabili che ancora oggi sono una categoria fortemente penalizzata dagli alti costi e soprattutto dalla difficoltà nel comprendere come iniziare. Ogni normodotato che avvicina lo sport segue un percorso noto, ma un disabile per farlo deve dotarsi di un ausilio la cui tecnicità è strettamente legata alle capacità residue della persona”.

Almanacco News
COOP online » Fai la tua spesa QUI

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *