Mostra pittorica di Roberto Budicin 16 novembre

Campo San Barnaba a Venezia – olio su tavola -cm 20×32 – Roberto Budicin

Storie di colori è la nuova personale di Roberto Budicin, uno degli artisti triestini più apprezzati, che verrà inaugurata sabato 16 novembre alle ore 18.00 presso la Galleria Glam Art (Piazza Unità d’Italia – Capo di Piazza G.Bartoli 1 Trieste). Nei 30 quadri esposti il colore, declinato in tutte le sue sfumature evocative, è l’assoluto protagonista: realizzate con tecniche diverse (oli e acquarelli), le tele di Storie di colori affrontano svariati temi, come vedute veneziane, scorci del Carso triestino e di Miramare e la montagna, tutti soggetti vicini all’autore sia affettivamente sia geograficamente.

Nei quadri di Budicin, che può vantare la presenza di alcune sue opere presso la National Wildlife Gallery di Fort Myers (Florida), il realismo delle forme e delle proporzioni si fonde con l’impressionismo che caratterizza l’uso dei colori. «È qui – sottolinea l’artista – che concentro la maggior parte delle mie energie cercando di trasferire nell’opera non solo potenza e brillantezza, ma anche armonia ai soggetti». Una pittura tradizionale, quindi, ma attenta a raccogliere il testimone delle scoperte dei maestri appartenenti alla fine del diciannovesimo secolo e a portarlo avanti in una chiave personale.

Storie di colori, personale di Roberto Budicin, verrà inaugurata sabato 16 novembre alle ore 18.00 presso la Galleria Glam Art (Piazza Unità d’Italia – Capo di Piazza G.Bartoli 1, Trieste) e sarà visitabile gratuitamente fino a domenica 1° dicembre con i seguenti orari: tutti i giorni (tranne lunedì) dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 20.00.

Roberto Budicin nasce a Trieste nel 1980. Grazie all’influenza del padre, Sergio Budicin, pittore e illustratore affermato, coltiva fin da bambino la passione per il disegno. Gli stimoli e le critiche lo spingono a continuare finché, a sedici anni, comincia a frequentare l’atelier del pittore accademico Walter Falzari, dove studia i soggetti dal vero e si esercita nel ritratto. Nel contempo approfondisce la prospettiva, la figura nelle tre dimensioni, la teoria dei colori e la composizione grazie allo studio di illustratori come Andrew Loomis.
Durante gli anni universitari partecipa, assieme al padre, a Udine, Tarvisio e Pordenone, ad alcune esposizioni collettive incentrate sull’arte naturalistica. Nel 2006 espone a Trieste al Palazzo della Borsa disegni e tempere raffiguranti creature immaginarie e fantastiche, ispirate ai bestiari medievali.
Nel 2007, conclusi gli studi universitari, decide di dedicarsi a tempo pieno alla pittura e intraprende un lungo cammino di sperimentazione di materiali e tecniche, guardando a maestri dell’ottocento quali J. Sargent, C. M. Russell, J. Sorolla, A. Zorn, L.A. Tadema, J. Waterhouse e del seicento come Rembrandt e Velasquez. Ha esposto ripetutamente, tra l’altro, alla Galleria Tribbio di Trieste e alla Melori & Rosenberg Art Gallery di Venezia. Sue opere si trovano in permanenza alla National Wildlife Gallery di Fort Myers (Florida).

Mostre di Roberto Budicin

    • 2005: Mostra Collettiva – Sede Comunale di Tarvisio
    • 2006 : R.Budicin, Creature dell’ Età di mezzo – P.za della Borsa, Trieste
    • 2007 : Mostra collettiva – Sede Comunale di Pordenone
    • 2010 : Mostra Collettiva – Galleria Tiepolo, Udine
    • 2012: Roberto Budicin, Pittura e poesia – Galleria Tribbio, Trieste
    • 2012: Roberto Budicin, Pittura e poesia – Galleria la Loggia, Udine
    • 2013: Roberto Budicin in Venice – Galleria Melori & Rosenberg, Venezia
    • 2013: Roberto Budicin, Viaggio nel Colore – Sede Comunale di Trieste
    • 2014: Roberto Budicin, Mostra personale—Galleria Triabbio, Trieste
    • 2016: Roberto Budicin , Mostra personale—Galleria Tribbio, Trieste
    • 2017: Mostra Collettiva, Galleria Artime, Udine
    • 2018: Mostra collettiva, Galleria Ducale, Bergamo
Euroland, il bazar tutto triestino! Segui la pagina facebook e metti un like, per non perdere le offerte e le news!

Almanacco News

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *