Mostra Behind the Appearances alla Galleria Luigi Spazzapan di Gradisca d’Isonzo

Holger Trulzsch e Vera Lehndorff - Forest piece at Schnaitsee - 1972

Holger Trulzsch e Vera Lehndorff – Forest piece at Schnaitsee – 1972

della Behind the Appearances, il prossimo giovedì 15 luglio alle 18 alla Galleria Regionale d’ contemporanea Luigi Spazzapan di d’Isonzo.
Sarà presente l’assessore regionale alla Cultura e allo Sport, Tiziana Gibelli.

La mostra è organizzata dall’ERPAC FVG – Ente Regionale Patrimonio Culturale del Friuli Venezia Giulia, con la partecipazione del Comune di Gradisca d’Isonzo e della Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia.
L’inaugurazione sarà accompagnata dall’intervento danzato Twiggies della compagnia Arearea, duetto firmato da Roberto Cocconi e danzato da Angelica Margherita e Irene Ferrara.
Seguiranno un brindisi con Il Rosé, gentilmente offerto dall’azienda Livio Felluga, e una performance musicale con Erica Benfatto (voce), Mauro Bon (basso), Sandro Carta (tromba) e Roberto Duse (chitarra).
Dedicata a un’espressività artistica che coniuga corpo umano, natura e artificio, l’esposizione propone una selezione di opere, alcune inedite, di Vera Lehndorff e Holger Trülzsch, artisti che, attraverso la fotografia, pongono in primo piano la questione del riflettere oltre le apparenze, appunto, behind the appearances.

Il percorso è strutturato in più sezioni corrispondenti ai tanti cicli e temi trattati dagli artisti: Nature, Performances, Oxydations, Paros, Spetse e Peterskirchen. Un lungo lavoro che prese il via negli anni ’70, quando ogni schema estetico non solo aveva oltrepassato il quadro, ma era entrato nella vita quotidiana, nell’ambiente.
Attraverso la fotografia, i due artisti lavorano sull’atto del mostrarsi, con immagini del corpo di una donna in rapporto a situazioni diverse, un corpo che diventa strumento di comunicazione alternativo, dipinto e manipolato per essere inserito e mimetizzato con la natura e l’ambiente circostante.

Il fatto che Vera Lehndorff sia stata una modella tra le più celebri a livello internazionale – fu anche la celebre Veruschka del film Blow Up di Antonioni – conduce alla riflessione sulla dualità tra posa e naturalezza, tra apparire e sparire.

Nel percorso espositivo sono presenti anche quattro filmati girati in super 8 e 16 mm (Salomé, Sirius, Where the dog had been buried, Die Türe/The Door, Oxydations), che mostrano le idee dei due artisti rispetto a temi come il naturale, l’icona, l’ambiguità dei linguaggi artistici e delle nuove esperienze espressive legate al corpo, che negli anni ’70 stavano via via emergendo.

A cura di Lorenzo Michelli, con il coordinamento di Alda Balestra Stauffenberg, la mostra è accompagnata da un catalogo e da una preziosa testimonianza di Holger Trülzsch.
La mostra resterà aperta fino al 19 ottobre 2021, dal mercoledì alla domenica dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19.

Per le misure di prevenzione COVID-19, il numero massimo di ingressi durante le visite sarà di 18 persone.


Info: 0481/960816 – galleriaspazzapan@regione.fvg.it
Galleria Regionale d’Arte Contemporanea Luigi Spazzapan
Via M. Ciotti 51, 34072 Gradisca d’Isonzo GO


corsi sicurezza lavoro Almanacco News
COOP online » Fai la tua spesa QUI

You may also like...