L’impegno di FederEsuli per il Giorno del Ricordo 2021

Foiba di Basovizza

Nonostante le restrizioni dovute al Covid-19, la DAD e le allo svolgimento di eventi e manifestazioni pubbliche, la Federazione delle Associazioni degli Esuli istriani, fiumani e dalmati e le sigle che la compongono si stanno adoperando per celebrare il Giorno del Ricordo 2021 in sinergia con amministrazioni comunali, istituti scolastici ed associazioni culturali.

«In un formato ridotto al passato – spiega il Presidente di FederEsuli Giuseppe de Vergottini – anche quest’anno ci sarà la Cerimonia istituzionale del 10 febbraio in diretta sulla RAI: nella consueta rotazione tra Quirinale, Senato e Camera dei Deputati, stavolta saremo ospiti di Montecitorio. Vi saranno una minima presenza e diversi interventi da remoto, ma ci sarà anche la presentazione di un importante progetto didattico sviluppato dalle nostre associazioni in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione»

L’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia (articolata in comitati provinciali diffusi su tutto il territorio italiano), l’Associazione delle Comunità Istriane, l’Associazione Italiani di Pola e dell’Istria – Libero Comune di Pola in Esilio, l’Associazione Italiani di Fiume nel Mondo – Libero Comune di Fiume in Esilio e l’Associazione Dalmati Italiani nel Mondo – Libero Comune di Zara in Esilio compongono la FederEsuli (interlocutore ufficiale del Governo nelle questioni ancora aperte riguardanti gli esuli ed i loro discendenti) ed i loro delegati hanno eletto lo scorso ottobre il Prof. Avv. Giuseppe de Vergottini Presidente.

«Le continue incertezze dal punto di vista sanitario hanno condizionato i miei primi mesi di attività – afferma de Vergottini, discendente di una famiglia istriana di grande tradizione patriottica – ma ci siamo attrezzati per essere presenti a fianco di chi vorrà celebrare il Giorno del Ricordo in maniera doverosa e decorosa, anche per fronteggiare giustificazionisti e riduzionisti delle tragedie del confine orientale, i quali, purtroppo, già alla vigilia del 10 febbraio hanno ricominciato a farsi sentire»

L’ufficio di presidenza della Federazione delle Associazioni degli Esuli (presidenza.federesuli@gmail.com) è a disposizione di emittenti televisive e redazioni giornalistiche locali e nazionali, Comuni, scuole di ogni ordine e grado, istituzioni culturali ed associazioni per indicare relatori preparati dal punto di vista storico nonché testimoni per raccontare non solo cosa furono le foibe e l’esodo, ma anche la storia e le prospettive dell’italianità nell’Adriatico orientale.


corsi sicurezza lavoro Almanacco News
COOP online » Fai la tua spesa QUI

You may also like...