Leggi razziali fasciste, oggi saranno riabilitati i giornalisti cancellati dal regime

leggi razziali fasciste Il Piccolo di Trieste

Alla buon’ora, si potrebbe dire, ma non è mai troppo tardi per rendere giustizia dopo un sopruso di tal portata. Oggi venerdì 18 settembre alle ore 11 presso il Circolo della stampa di Trieste in corso Italia 13, i presidenti dell’Ordine dei giornalisti regionale Cristiano Degano e dell’ Fvg Carlo Muscatello reiscriveranno “ad honorem” i giornalisti che ottant’anni fa il fascismo cancellò dagli elenchi professionali. I nomi: Vito Levi, Massimo Della Pergola, Alice Pincherle, Ida Finzi, Federico Levi, Edvige Levi Guanalachi, Aldo Cassuto, Isacco Kleim, Mario Bolaffio. La data è stata scelta poichè il 18 settembre del 1938 Benito Mussolini, proprio a Trieste, in un in piazza dell’Unità, annunciò il delle leggi razziali che provocarono numerose vittime nella comunità ebraica triestina. Questo fatto diede inizio alle persecuzioni più terribili e ai campi di concentramento in perfetto accordo con le teorie di purezza della razza di Adolf Hitler.
L’ sarà introdotto dal presidente del Circolo della Stampa, Pierluigi Sabatti. Interverranno il rabbino Meloni ed esponenti del mondo ebraico, la preside con una docente a alcuni allievi del liceo Petrarca di Trieste, artefici della mostra “ in cattedra” e del documentario “1938 Vita amara”. Parteciperà anche il prof. Enrico Serventi Longhi, docente di Storia alla Sapienza di Roma, al quale si deve la ricerca negli archivi della Fondazione Murialdi sulle epurazioni della categoria.

Almanacco News
COOP online » Fai la tua spesa QUI

You may also like...