L’Associazione culturale Opera Viva di Trieste celebra la Natura con Verde Profumo


QUESTA VOLTA METTI IN SCENA… VERDE PROFUMO – 17^edizione

Dalla Selva oscura alla stagione per nuove rinascite


Ritorna la rassegna transfrontaliera Questa Volta metti in scena… organizzata dall’ di Trieste e celebra la , attraverso un ricco calendario di eventi intrecciando arte, scienza e ambiente. Aprono il progetto, due mostre: “Verso la bella stagione” al MuCA – Museo della Cantieristica di Monfalcone e “La sorgente che rivela” al di Trieste.

La 17a edizione “Dal titolo Questa Volta metti in scena… VERDE PROFUMO. Dalla Selva oscura alla stagione per nuove rinascite è dedicata al VERDE – afferma il direttore artistico del progetto,  – un colore che richiama la Natura, allegoria della bella stagione, di quel periodo dell’anno in cui gli animali si risvegliano dal letargo, alberi e piante rinverdiscono, lo sbocciare dei fiori emana nuovi profumi, uomini e animali passano dal dentro al fuori. La Natura è quella che si ritrova, da una attenta osservazione, ampiamente anche nell’opera di Dante La Divina Commedia in cui flora e fauna, nel viaggio della complessità umana, connota i Cantici.

©Lori Nix credit Paci contemporary gallery

©Lori Nix credit Paci contemporary gallery

Visitabile fino al 31 ottobre la mostra d’arte internazionale “Verso la bella stagione” allestita al MuCa di Monfalcone ed indaga il significato che il colore verde evoca da diverse angolazioni:  contemporanee, con gli artisti del territorio e stranieri di valenza internazionale, e storiche, grazie alla collaborazione del Gabinetto di Storia Naturale Oreste Gerosa di Capodistria, curato dalla prof.ssa Loredana Sabaz. Pittura, fotografia, paper cutting e diorami con gli artisti Antonio Bardino, Francesco Galifi, Lara J. Marconi, Lori Nix che esplorano la potenza della natura al di sopra dell’uomo in dialogo con gli esemplari storici, risalenti alla fine dell’800 della flora marina adriatica, per un totale di oltre 50 opere in mostra.
Visitabile invece, fino al 24 ottobre, la mostra “La sorgente che rivela”, allestita al Museo Sartorio di Trieste, in collaborazione con l’INFN Istituto Nazionale di Fisica Nucleare sezione di Trieste e con la partecipazione di Elettra Sincrotrone Trieste, CNAO – Centro Nazionale di Adroterapia Oncologica e la rete INFN-CHNet dedicata ai beni culturali. L’esposizione apre uno sguardo sulle visioni scientifiche della natura umana, sviluppandosi su tre percorsi: come la scienza vede oltre l’occhio umano la natura e i processi vitali, lo studio sull’uomo con il tracciamento del corpo umano e l’arte, espressione umana che con il restauro e la conservazione dei beni culturali esprime la natura più creativa dell’essere pensante.

Antonio Bardino - 2021 -Notturno

Antonio Bardino – 2021 -Notturno

Il progetto si realizza con il sostegno della Regione Friuli Venezia Giulia, dell’Unione Italiana, del Comune di Monfalcone, di Capodistria, dell’I.N.F.N. Istituto Nazionale di Fisica Nucleare sezione di Trieste, della CAN e delle Obalne Galerije Piran, con le collaborazioni dei Comuni di Trieste e di Staranzano e la Media Partnership della Rai Friuli Venezia Giulia e di RTV Slovenija – Radio TV Koper Capodistria.
Questa Volta metti in scena… con appuntamenti fino a marzo 2022, dedica anche ampio spazio all’attività didattica che prevede l’organizzazione di tre stage formativi nelle scuole, un concorso artistico per le scuole superiori e i ginnasi del litorale istriano, e l’esposizione dei lavori premiati.

Per ulteriori informazioni  http://www.assocoperaviva.it/


corsi sicurezza lavoro Almanacco News
COOP online » Fai la tua spesa QUI

You may also like...