Indagini: Trieste nel circuito dei farmaci dopanti

C’è anche Trieste tra le 30 città in cui sono state effettuate oltre una cinquantina di perquisizioni e sequestri di farmaci dopanti.

L’indagine della Procura di Ascoli Piceno condotta da Carabinieri del Comando provinciale e e dal NAS di Ancona ha smantellato una rete di decine di persone, a vario titolo responsabili di ricettazione, utilizzo o somministrazione di sostanze per alterare le prestazioni degli atleti, ma anche di importazione e vendita senza autorizzazione. Una cinquantina gli indagati.

Partita nel 2018 da Foligno, l’indagine si è presto allargata fino a coinvolgere atleti di varie discipline sportive e frequentatori di palestre. I farmaci dopanti venivano importati da paesi dell’Europa orientale come la Bulgaria e la Polonia. Il giro d’affari stimato in oltre 500.000 euro all’anno.

Scoperte ricette mediche falsificate, da parte di alcuni indagati, per approvvigionarsi di ulteriori prodotti, provenienti dal circuito regolare nazionale. Sequestrate migliaia di confezioni di farmaci ad effetto dopante, tra cui nandrolone, testosterone, ormone della crescita e steroidi anabolizzanti. (Rainews.it)

Almanacco News
COOP online » Fai la tua spesa QUI

You may also like...