Indagine: i ragazzini sloveni fumano più marijuana di tutti i coetanei europei

Incredibile ma vero: i quindicenni sloveni sono i più accaniti fumatori di marijuana in Europa. È quanto emerso da un’indagine dell’Istituto nazionale di sanità pubblica (NIJZ) sloveno.


La è autosufficiente per quanto riguarda l’erba e crescono i favori per la legalizzazione. La cannabis è la droga più utilizzata in Slovenia e gli adolescenti la usano al di sopra della media dei loro coetanei di altri paesi. Allo stesso tempo, NIJZ avverte di conseguenze dannose, soprattutto se l’uso inizia nell’adolescenza.

cannabis

La metà dei quindicenni sloveni e quasi i due terzi dei diciassettenni dichiarano di voler assumere cannabis entro 24 ore, secondo lo studio del 2018 sul comportamento relativo alla salute durante il periodo scolastico.

L’Istituto nazionale di sanità pubblica (NIJZ) sottolinea che un numero crescente di studi diversi indica le numerose conseguenze dannose associate all’uso della cannabis. Questo è quanto ha scritto NIJZ in occasione del rilascio della nuova pubblicazione “Cannabis and people”, che contiene dati sulla prevalenza dell’uso, descrive le conseguenze dell’uso e i fattori di rischio e presenta approcci preventivi efficaci.

La pubblicazione è stata preparata da Andreja Drev , l’esperto di NIJZ in uno stile di vita sano. Come affermato nel rapporto, secondo l’ultimo sondaggio nazionale sul tabacco, l’alcol e altre droghe, la prevalenza della cannabis tra i residenti adulti in è aumentata tra il 2012 e il 2018. Tra gli adolescenti di 15 anni rimane stabile, ma tra quelli di 17 anni si percepisce una prevalenza molto alta.

Alta disponibilità, basso punteggio di rischio
Secondo gli esperti, due delle ragioni principali della prevalenza della cannabis nel occidentale sviluppato sono la sua accessibilità e i bassi rischi percepiti associati al suo uso. Nell’ultimo sondaggio nazionale su tabacco, alcol e altre droghe, la maggior parte degli adulti dichiarava di preferire la cannabis.

Un adolescente su cinque di 15 anni ha risposto al sondaggio di aver provato la cannabis almeno una volta nella vita, uno su sei l’ha usata negli ultimi 12 mesi e un adolescente su otto in questa fascia di età l’ha usata negli ultimi 30 giorni. Una percentuale molto più piccola di giovani sloveni rispetto ai loro coetanei di altri paesi crede che l’uso regolare di cannabis sia rischioso.

Nella pubblicazione si stima che la notevole disponibilità di cannabis sia sicuramente collegata alla crescita della coltivazione di cannabis in locali appositamente preparati, poiché, secondo i dati della polizia, “la è un Paese autosufficiente con cannabis coltivata in locali appositamente preparati” . La maggior parte di questa cannabis rimane nel paese ed è disponibile sia nelle aree urbane che rurali.

La Slovenia ha già regolamentato l’uso della cannabis per scopi medici nella sua legislazione. Secondo il NIJZ, la percentuale di coloro che sono favorevoli alla completa legalizzazione della cannabis sta lentamente aumentando tra i residenti e stanno emergendo anche varie iniziative politiche per legalizzare l’uso ricreativo di questa droga, in modo che tutti possano farne largo uso senza problemi.

Impatto sullo sviluppo del cervello, rendimento scolastico peggiore
Come hanno scritto, allo stesso tempo, un numero crescente di studi diversi indica molte conseguenze legate all’uso della cannabis, soprattutto se il consumo inizia nell’adolescenza. “L’uso della cannabis può, tra le altre cose, influenzare lo sviluppo del cervello, il rendimento scolastico più scarso, il verificarsi di vari problemi di salute mentale, gli incidenti stradali dovuti alla guida sotto l’effetto della cannabis, lo sviluppo della dipendenza, ecc.”, avverte il NIJZ .

Certo è, come i numeri parlino chiaro: il trend è in vertiginosa salita e non si vede per ora un’attenuazione del fenomeno in futuro.

Almanacco News
COOP online » Fai la tua spesa QUI

You may also like...