Incidente diplomatico con l’Albania: TG3 parla di “produttore di droga”, Rama infuriato

Tg3: la coltivazione di cannabis in Albania in crescita esponenziale. Rama: vergogna mediatica

Secondo il Tg3, la produzione di cannabis è tornata in grande stile in Albania. Dall’anno scorso c’è stata una crescita esponenziale di oltre 1200%. Reagisce il premier Rama e Il Ministro dell’Interno.

Il primo ministro Edi Rama ha commentato oggi la notizia data dal Tg3, nella quale si afferma che la coltivazione di cannabis in Albania è aumentata di 12 volte, classificandola come una vergogna giornalistica e senza alcun legame con la realtà certificata dalla Guardia di Finanza.

“Le notizie di ieri sera su RAI 3 sulla presunta crescita di 12 volte delle coltivazioni di cannabis in Albania sono una vergogna giornalistica, senza alcun legame con la realtà monitorata e certificata dalla Guardia di Finanza stessa. Ci auguriamo che i nostri splendidi partner dicano la verità senza perdere tempo”

nella rubrica “Frontiere d’Europa” del Tg3 si è parlato del fenomeno della coltivazione della cannabis in Albania che secondo rapporti riservati è aumentata del 1200% o 12 volte rispetto al 2018, con oltre 100.000 piante scoperte.

“La produzione di cannabis è tornato in grande stile in Albania. Dall’anno scorso c’è stata una crescita esponenziale di oltre 1200%. Lo mostrano le foto aeree inserite in un rapporto riservato della polizia che Tg3 ha potuto leggere. Trovate circa 100000 piante suddivise in piccole coltivazioni, nascoste sulle montagne di piante alte e basse; una qualità importata dal Vietnam modificate geneticamente per avere una altissima percentuale di principio attivo “, tuona il Tg della sera nella rubrica “Frontiere d’Europa”.

Il Tg ha poi trasmesso anche l’intervista del direttore della polizia criminale albanese, rilasciata qualche mese fa, ricordando così la promessa di cancellare per sempre la produzione di marijuana nel paese.

“Attraverso questi grossi traffici di marijuana in cui l’Albania è notoriamente una dei più grandi produttori, si è costituito una notevole provvista, una notevole disponibilità di denaro dalla parte della mafia albanese che gli ha consentito di entrare a pieno titolo sia nei traffici di cocaina che in quelli che sono gli altri affari criminali” aggiunge Giacomo Cataldi, procuratore aggiunto DDA Lecce.

Le reazioni dell’opposizione

L’ex deputato del Partito Democratico Ervin Salianji ha dichiarato in un comunicato stampa che il rapporto di Rai 3 ha mostrato un Albania che continua ad essere la Colombia europea.

“La crescita di oltre 1200% della coltivazione di cannabis è un fallimento di Rama, e mostra che lui stesso è il difensore dei boss del crimine organizzato. Edi Rama ha fatto molta propaganda al fine di presentare l’Albania come un paese di riforme nel tentativo di raggiungere gli standard europei e unirsi alla famiglia europea, ma la verità viene sempre a galla. La propaganda non può sempre comprare la verità. Il reportage della Rai 3 ha confermato che l’Albania continua ad essere la Colombia d’Europa e il paese è sempre più nelle mani dei narcotrafficanti”

Le dichiarazioni del Ministro dell’Interno

Il ministro degli Interni Sandër Lleshaj descrive il rapporto di Rai 3 sulla cannabis come un giornalismo senza scrupoli. Negando i dati pubblicati nel rapporto, afferma che grazie alla collaborazione con gli italiani, l’Albania è stata liberata dal fenomeno della coltivazione massiva di cannabis.

“Questa non è la prima volta che i media in Italia diventano preda della disinformazione e dell’irresponsabilità di qualche individuo che trasmette notizie false sulla lotta alla coltivazione della cannabis in Albania. Questo tipo di giornalismo sensazionale e senza scrupoli oltraggia lo splendido partenariato con i colleghi italiani. Grazie a questa collaborazione, l’Albania è stata liberata dal fenomeno della coltivazione massiva di cannabis, segnando annualmente risultati eccellenti contro la criminalità in questo settore. La battaglia continua” scrive il ministro.

Le dichiarazioni della Polizia di Stato

Anche la polizia di stato ha reagito contro la trasmissione televisiva di RAI 3 secondo cui la coltivazione di cannabis in Albania è cresciuta in modo esponenziale. “La polizia di stato respinge i risultati diffusi da Rai 3, affermando che non corrispondono con i dati in possesso della Guardia Di Finanza.”

Con un comunicato la polizia di stato ha affermato che sono state sollevate preoccupazioni sulla veridicità dei risultati presso i partner italiani chiedendo chiarimenti sulle informazioni infondate che creano terreno per attacchi altrettanto infondati, sottolineando che questi ultimi hanno confermato che la notizia non si basa su fonte diretta. (www.albanianews.it)

Almanacco News

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *