In memoria di un giovane arrampicatore travolto da un macigno sulla Napoleonica

Accadde il 5 luglio del 1981. Una disgrazia orribile sulla Napoleonica, dove i rocciatori si esercitano sulle pareti a picco. Non c’è stato scampo per il giovane Giorgio Cargnelutti, la cui memoria è tenuta sempre viva da una targa commemorativa inchiodata proprio lì, su quella parete maledetta.

Il giovane camionista Giorgio Carnielutti (come riporta la pagina del quotidiano “Il Piccolo” del 6 luglio 1981) che il 17 dicembre dello stesso anno avrebbe compiuto ventun’anni, è stato colpito al capo da un grosso spuntone di roccia staccatosi dalla parete e precipitato con esso da un’altezza di dieci metri. Il giovane è sul colpo per la frattura esposta della volta cranica, ai piedi dei due suoi amici, con i quali aveva deciso di compiere una scalata in quella palestra di roccia nel tratto finale verso Prosecco. La disgrazia è avvenuta poco prima delle dieci del mattino.

Giorgio Cargnelutti targa commemorativa Napoleonica

Per onorare la memoria del giovane Giorgio Cargnelutti, e tutti i rocciatori vittime degli incidenti, vogliamo riportare i documenti dell’epoca, tratti dall’ online de “Il Piccolo”.

Giorgio Cargnelutti Il Piccolo 6 luglio 1981

Giorgio Cargnelutti notizia

Giorgio Cargnelutti targa Napoleonica

Almanacco News
COOP online » Fai la tua spesa QUI

You may also like...