IL VOLO DEL JAZZ 2016 – XII edizione al Teatro Zancanaro di Sacile

tromba

IL VOLO DEL JAZZ 2016 – XII edizione

Teatro Zancanaro di Sacile
Teatro Comunale Giuseppe Verdi di Pordenone – Fazioli Concert Hall di Sacile

5/12/19/26/30 novembre – 7/10 dicembre 2016

Il Volo del Jazz conferma lo spirito di innovazione e l’intraprendenza culturale.
Sabato 26 “Memento” – la performance dell’acclamato artista tedesco Sebastian Studnitzky con un variegato ensemble – in esclusiva nazionale.
Mercoledì 30 novembre “Short-cuts in Jazz”: una nuova produzione di Controtempo, in collaborazione con il Verdi di Pordenone, tra letteratura e teatro (con Vitaliano trevisan), jazz (Malkuth) e un libro in regalo per il pubblico con racconti e illustrazioni di Squaz.
Il Volo del Jazz continua con un’esclusiva nazionale e una prima assoluta, per non smentire il proprio lavoro di ricerca e di diffusione delle arti a tutto tondo. Sabato 26 novembre, alle 21, al Teatro Zancanaro di Sacile l’appuntamento è con “Memento” un acclamato progetto di Sebastian Studnizky – più volte accolto con entusiasmo in Europa – e a Sacile per la prima e unica volta in Italia (tappa italiana esclusiva per la tournée).
Sebastian Studnitzky (pianoforte, tromba), Paul Kleber (contrabbasso), Tim Serhan (batteria) sono accompagnati dal Berlin String Quartet composto da Olga Holdorff, Artiom Ordiyants, Leila Weber, Kornelia Jamborowicz che conferisce alla performance un ulteriore tocco di ricercatezza.

Studnitzky è sempre stato un viaggiatore tra i regni del jazz, classica e musica elettronica. “Un vero esteta del suono” (Allgemaine Frankfurter), nella sua musica nulla è superfluo: è dettagliata, minimalista e trasparente, e insieme mostra una profondità emotiva che è unica e personale. Distante e assieme accogliente con pop, jazz ed elettronica, il suo groove ritmico è lontano dalle avanguardie ed ha creato qualcosa di totalmente nuovo. Interprete acclamato al pianoforte e alla tromba (vincitore dell’Echo Jazz 2015), suona già nei migliori festival del mondo. Nel 2014 ha preso la direzione artistica del XJAZZ Festival di Berlino e da allora esso è diventato il maggior festival tedesco, trasformando l’intera scena nazionale. “Memento” – che ha già al suo attivo critiche entusiaste in Europa ed è stato apprezzato più volte anche alla Berliner Philharmonie – arriva in Italia in esclusiva nazionale a Sacile per Il Volo del Jazz ed è un lavoro visionario, reso ancora più affascinante dal connubio con il quartetto d’archi di formazione classica.

Mercoledì 30 novembre, alle 20.45, nel retropalco del Teatro Verdi di Pordenone debutta una nuova produzione originale di Controtempo in collaborazione con il Teatro Comunale Giuseppe Verdi di Pordenone, dopo il successo di “Jazz Loft” della scorsa stagione: “Short-cuts in jazz” è il titolo del progetto che unisce l’arte letteraria e teatrale di Vitaliano Trevisan con il jazz visionario dei Malkuth (quintetto rivelazione del jazz italiano), accompagnata da un nuovo “regalo” per il pubblico: un elegante volume, curato da Flavio Massarutto, che raccoglie due racconti (oggi quasi introvabili) di Trevisan intercalati dalle illustrazioni di Pasquale Todisco in arte Squaz.

Vitaliano Trevisan – affascinante firma della cultura teatrale, letteraria e cinematografica italiana, è attore e autore in “Short-cuts in jazz” ma è anche scrittore, sceneggiatore e regista; vincitore del Campiello Francia con “I quindicimila passi”, il suo ultimo lavoro, “Works”, è da poco uscito per Einaudi, e ha già ricevuto grandi riscontri dalla critica.
Con lui, sul palco, i Malkuth – un ensemble tra i più interessanti dello scenario jazz italiano – composto da Mirko Cisilino alla tromba, Filippo Orefice al sax tenore, Filippo Vignato al trombone, Mattia Magatelli al contrabbasso e Alessandro Mansutti alla batteria: musicisti giovani eppure già affermati per la grande libertà di approccio alla composizione e all’improvvisazione e per una ricerca che sviluppa e sublima in modo personalissimo la lezione del primo free degli anni Sessanta.
Insieme alla performance, anche per questa nuova produzione Controtempo mette a disposizione un “regalo” per il pubblico: un volume di pregio, curato da Flavio Massarutto, critico e giornalista che da sempre si distingue per la raffinata progettualità e per le idee innovative. All’impegno di Massarutto si devono anche la stessa realizzazione del progetto di “Short-cuts” e l’incontro virtuoso di artisti di calibro come quelli coinvolti a Pordenone.
“Eric Dolphy è più grande di Charlie Parker” è il titolo del libro in omaggio, che parafrasa il finale di uno dei due racconti qui contenuti, ormai introvabili nelle edizioni a stampa. “Uccelli. Un assolo di sax contralto” e “Passato di verdura. Un’improvvisazione” sono i racconti, accompagnati dalle immagini “a forti tinte e grande ritmo” di Pasquale Todisco, in arte Squaz, fumettista e illustratore sulla breccia da qualche anno, che ha tra le collaborazioni Linus, Internazionale, Rolling Stone e pubblica con BD e Ghersetti.

Biglietti:
www.vivaticket.it
Cartoleria Abacus di Sacile (Centro Commerciale La Serenissima)
Punti vendita Vivaticket
Biglietteria del Teatro Zancanaro la sera del concerto
(dalle 18.30 – tel. +39 0434 780623)
Info: info@controtempo.org / +39 347 4421717 / +39 339 8109255
www.controtempo.org

Euroland, il bazar tutto triestino! Segui la pagina facebook e metti un like, per non perdere le offerte e le news!

Almanacco News

You may also like...