Delude il protocollo “Prosecco Doc” che divide Veneto e Friuli Venezia Giulia

grappolo uva vigneto jermann

La Farmers ‘Association e il West Karst District Council sono a favore del protocollo, ma la Karst Winegrowers’ Association è scettica

L’accordo interregionale sul marchio Prosecco tra Veneto e Friuli-Venezia Giulia crea tensioni. L’Unione dei contadini e il Consiglio distrettuale del Carso occidentale insistono sul fatto che debba essere ripristinato il protocollo “Prosecco Doc”. All’ultima sessione video dello scorso giovedì 4 giugno, i consiglieri distrettuali della maggioranza di centrosinistra e dell’opposizione di centrodestra hanno approvato all’unanimità l’ dei consiglieri al riguardo.

L’accordo, firmato l’8 aprile 2009 e scaduto quattro anni fa, ha deluso l’Associazione viticoltori carsici per diversi motivi. “Il protocollo definisce il tipo di contenuto. Ma nessuno è obbligato a realizzarli davvero. Non si capisce nemmeno quali siano gli obiettivi principali. In breve, è un foglio con una validità minima o addirittura zero. Ovviamente non vale la pena credere troppo in tali documenti “, afferma Matej Skerlj, presidente dell’Associazione viticoltori carsici, enologo salesiano. Nel corso degli anni, i produttori locali hanno capito in prima persona che era scritto male e in modo superficiale, ha aggiunto.


corsi sicurezza lavoro Almanacco News
COOP online » Fai la tua spesa QUI

You may also like...