Il Porto di Trieste incontra le imprese del Friuli, ed è subito matrimonio

porto-trieste-imprese-friuli

IL PORTO DI TRIESTE SI PRESENTA ALLE IMPRESE DEL FRIULI
MARTEDI’ 22 MARZO L’INCONTRO ALLA CAMERA DI COMMERCIO DI UDINE (Sala Valduga h 10.30)
D’Agostino: “Il porto di Trieste è uno degli asset strategici su cui puntare per il rilancio del territorio regionale. Fondamentale l’incontro a Udine con gli imprenditori friulani.
Il porto di Trieste incontra le imprese del Friuli, per presentare le opportunità di sviluppo e di incremento competitivo che l’infrastruttura può assicurare all’economia della regione Friuli Venezia Giulia e dell’intero arco dell’Alto Adriatico. A questo proposito, è in programma un incontro operativo che si terrà nella Sala Valduga della Camera di Commercio di Udine martedì 22 marzo alle 10.30, e che vedrà la presenza, oltre che del presidente camerale Giovanni Da Pozzo e dei sindaci di Udine e Trieste Furio Honsell e Roberto Cosolini, anche della presidente della Regione Debora Serracchiani e del commissario dell’Autorità Portuale di Trieste Zeno D’Agostino.
“Il porto di Trieste – ha dichiarato Zeno D’Agostino – si presenta finalmente agli imprenditori del Friuli. Il nostro scalo è uno degli asset strategici su cui puntare per il rilancio del territorio regionale. Solo una connessione efficiente tra le infrastrutture a mare e a terra può portare ricadute economiche importanti per le realtà produttive che vi sono insediate e con cui noi dobbiamo dialogare maggiormente. Dopo la presentazione che abbiamo fatto di recente a Pordenone, diventa quindi fondamentale l’incontro che faremo martedì a Udine.
Cervignano, Gorizia, Pordenone e Fernetti possono essere parte di una piattaforma logistica integrata con il porto di Trieste, a vantaggio dell’economia e soprattutto dell’industria della Regione FVG”.

“Questi incontri dimostrano quanto Trieste possa e debba essere una risorsa fondamentale per la crescita dell’intera regione, – ha affermato il Sindaco di Trieste Roberto Cosolini. – Mette a disposizione, infatti, infrastrutture e risorse preziose. E può essere, anche, punto di riferimento per tutta questa parte d’Europa. Non si capisce, quindi, per quale ragione nessuno ci abbia pensato prima di noi preferendo, invece, crogiolarsi nel provincialismo e nell’isolamento. Con la Presidente Serracchiani e con Zeno D’Agostino stiamo perseguendo in modo convinto questa vocazione “.

L’incontro di Udine avrà carattere prettamente operativo, perché saranno illustrate le nuove possibilità che il Porto offre alle imprese locali in termini di nuovi servizi intermodali, di condizioni tariffarie e di possibili sviluppi di nuove attività anche in regime di punto franco.
Dopo gli interventi dei rappresentanti istituzionali, in scaletta ci saranno infatti anche le testimonianze dirette di Francesco S. Parisi, presidente della Francesco Parisi Casa di Spedizioni spa, Enrico Samer, presidente e ad di Samer & Co. Shipping spa, Fabrizio Zerbini, presidente di Trieste Marine Terminal spa e Fulvio Tomasin, presidente dell’Interporto Cervignano del Friuli spa. Dopo la discussione e le conclusioni, le aziende interessate potranno incontrare i responsabili delle varie realtà che lavorano all’interno del porto di Trieste per conoscere le condizioni di utilizzo dei servizi offerti.

Euroland, il bazar tutto triestino! Segui la pagina facebook e metti un like, per non perdere le offerte e le news!

Almanacco News

You may also like...