I Rusteghi al Teatro Verdi di Muggia

rusteghi-teatro-verdi-muggia

stagione teatrale 2015/2016

I Rusteghi al Teatro Verdi di – domenica 14 febbraio 2016 ore 17.00

Gorizia e il Gruppo Teatrale per il Dialetto, diretto da Gianfranco Saletta, presentano I RUSTEGHI di Carlo Goldoni, adattati per il teatro da Giorgio Amodeo, regia di Gianfranco Saletta. Lo spettacolo aprirà il nuovo anno al . Andrà in scena domenica 14 febbraio alle ore 17.00. Biglietti interi 10 euro, ridotti 8 euro. Cassa del Teatro aperta dalle ore 16.00. “I Rusteghi” costituisce uno dei vertici assoluti della drammaturgia goldoniana. “Rusteghi” sono esseri burberi e irosi, esempio estremo di come l’uomo borghese, attento alle sorti economiche e alla rispettabilità della famiglia, possa degenerare, divenendo gretto e prepotente.
La vicenda ha per protagonisti quattro rusteghi: Lunardo, Canciano, Simone e Maurizio. Quando Lunardo decide di combinare il matrimonio della figlia Lucietta con Filippetto, figlio di Maurizio, senza che gli sposi vengano avvisati, le donne decidono di ribellarsi. Margarita, matrigna di Lucietta – aiutata da Felice, moglie di Canciano e Marina, moglie di Simone – all’insaputa dei rusteghi, riesce a far sì che i due giovani possano, prima delle nozze, almeno incontrarsi. I quattro uomini, saputa la cosa, montano su tutte le furie, ma è Felice, nel corso della splendida scena finale, a dimostrare quanto assurdo sia il comportamento dei rusteghi; questi, seppure di malavoglia, riconoscono i loro torti e si rassegnano ad accettare la nuova situazione.
La si caratterizza per una analisi psicologica particolarmente attenta, che trova riflesso anche sul piano linguistico: il dialogo brioso e spumeggiante delle donne si contrappone a quello cupo e nervoso degli uomini.
Viene messo in scena lo scontro tra il nuovo e l’antico, tra una concezione di vita rigida e una più moderna, fondata sul dialogo e sulla reciproca comprensione, analizzando anche la condizione femminile e la sua nascente emancipazione; l’uomo infatti rappresenta il passato, e la donna l’equilibrio, la serenità e il progresso.
In scena: Gianfranco Saletta, Giorgio Amodeo, Liliana Decaneva, Julian Sgherla, Riccardo Beltrame, Federica Zoldan, Sergio Maggio, Michela Cembran, Pierluca Famularo e Tatiana Malalan. Musiche a cura di Livio Cecchelin. Costumi di Rossella Plaino.

corsi sicurezza lavoro Almanacco News
COOP online » Fai la tua spesa QUI

You may also like...