Gli operatori sanitari chiedono più diritti

Una protesta degli operatori sanitari ha avuto luogo a Trieste e allo stesso tempo in più di trenta città in tutta Italia ieri mattina, chiedendo più diritti e migliori condizioni di lavoro, soprattutto dopo la difficile esperienza del coronavirus. I raduni non sono organizzati dai sindacati, ma da un movimento.

Infermieri e tecnici medici chiedono l’istituzione di una propria categoria di lavoro, in cui negoziare contratti di lavoro “, ha spiegato il loro portavoce Walter Ganis. Citano, ad esempio, la possibilità di un’azione simultanea nei settori pubblico e privato, che è consentita ai medici.

Almanacco News
COOP online » Fai la tua spesa QUI

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *