Gli albanesi di Trieste festeggiano l’indipendenza, clackson e caroselli in città

e tripudio a Trieste, con una processione festosa di automobili e clackson impazziti, come fosse una vittoria dei mondiali di calcio. Ma il 28 novembre e il 29 novembre sono giorni che tutti gli albanesi portano nel cuore, in cui celebrano la di eventi che costituiscono pietre miliari nella storia del loro Paese: dal giorno della bandiera all’indipendenza dell’Albania dall’impero turco alla liberazione dall’occupazione tedesca. Le città sono in festa e si animano grazie a spettacoli, danze e attività. Ripercorriamo insieme gli eventi che ogni anno l’Albania celebra nel mese di novembre. Siete pronti per un tuffo avvincente nel passato?

28 novembre 1443 – Il giorno della bandiera
Uno dei protagonisti che contribuirono alla conquista dell’indipendenza dell’Albania fu Giorgio Castriota, detto Scanderbeg. Ancora oggi considerato un grande eroe nazionale, condottiero e patriota albanese, Scandberg si batté per la causa del suo Paese con grande coraggio e tenacia per liberarlo dal dominio dell’impero ottomano.

Il 28 novembre 1443, con un manipolo di 300 fedelissimi albanesi, riuscì a conquistare il castello di Croia, roccaforte di Kruya, il principato che fu di suo padre. Sulla torre più alta del castello, Scanderberg piantò la bandiera dei Castriota, rossa con un’aquila nera a due teste al centro. Era quindi riuscito a vendicare la sua famiglia e l’intero popolo albanese. In segno di ringraziamento, la sua gente lo incoronò Principe d’Albania.

Il castello di Croia, assolutamente inespugnabile, divenne simbolo del dominio di Scanderbeg e della resistenza del Paese contro l’impero. Il vessillo rosso, tutt’oggi bandiera ufficiale albanese, sventolò per i 25 anni seguenti. Alla morte dell’eroe, però, i turchi riuscirono a riconquistare l’Albania, che rimase sotto il loro dominio per i successivi quattro secoli.

Oggi il 28 novembre il popolo albanese celebra, in onore di Scanderbeg, la Festa della Bandiera.

28 novembre 1912 – Dichiarazione di indipendenza dell’Albania
Quattrocento anni dopo la morte di Scanderberg, lo stesso giorno in cui il grande eroe dichiarò l’indipendenza del proprio Paese, l’Albania provò nuovamente a liberarsi dal dominio ottomano, ormai sempre più debole e frammentato.

Il 28 novembre del 1912 Ismail Qemal Bej Vlora a Valona proclamò l’indipendenza dall’Impero turco e la bandiera rossa tornò a sventolare nel cielo albanese. Nacque così lo stato dell’Albania.

Quindi oggi il 28 novembre non è ricordato soltanto come il Giorno della Bandiera, ma anche come Festa dell’Indipendenza.

Lo Stato dell’Albania ebbe però vita breve. Infatti, in seguito alla Prima Guerra Mondiale, fu annesso al Regno di Italia.

29 novembre 1944 – La liberazione dall’occupazione nazista
Durante la seconda guerra mondiale i tedeschi occuparono l’Albania dal 1943 al 1944 con un governo provvisorio. Grazie all’avanzata dell’Armata rossa nei Balcani e all’intervento dei partigiani albanesi, il Regno d’Albania riuscì a scacciare i tedeschi dal proprio territorio. L’ultima città a cadere fu Scudari il 29 novembre 1944, sancendo così la liberazione del Paese dal nazi-fascismo.

Da quel giorno il 29 novembre l’Albania festeggia la Giornata della Liberazione.

bandiera albania

Almanacco News
COOP online » Fai la tua spesa QUI

You may also like...