Giornate FAI d’Autunno: tanti luoghi visitabili in Friuli Venezia Giulia

Tornano per l’undicesima edizione le
GIORNATE FAI D’AUTUNNO
Evento nazionale di partecipazione attiva e di raccolta pubblica di fondi

Visite a contributo libero in 26 luoghi straordinari di 7 Comuni del Friuli Venezia Giulia alla scoperta di un patrimonio sorprendente e inaspettato, che è in ogni angolo del Paese

sabato 15 e domenica 16 ottobre 2022

Elenco dei luoghi visitabili e modalità di partecipazione su www.giornatefai.it

Sabato 15 e domenica 16 ottobre 2022 tornano, per l’undicesima edizione, le Giornate FAI d’Autunno, il grande evento di piazza che il FAI – per l’Ambiente Italiano ETS dedica ogni anno, d’autunno, al patrimonio culturale e paesaggistico del nostro Paese, animato e promosso dai Gruppi FAI Giovani, con la partecipazione di tutte le Delegazioni, i Gruppi FAI e i Gruppi FAI Ponte tra culture diffusi e attivi in tutta Italia.

I Delegati e Volontari della Fondazione, come ogni anno, metteranno a disposizione energia, creatività ed entusiasmo per svelare agli italiani la ricchezza e la varietà del patrimonio di storia, arte e natura che è in ogni angolo di questo Paese, sorprendente e inaspettato, e che non consiste solo nei grandi monumenti o nei musei, ma anche in edifici e paesaggi inediti e sconosciuti, luoghi speciali che custodiscono e testimoniano piccole e grandi storie, culture e tradizioni, che sono a pieno titolo “il nostro patrimonio”, e che perciò tutti siamo chiamati a curare e a proteggere per le generazioni presenti e future, com’è nella missione del FAI, cominciando innanzitutto a conoscerli, per scoprirne il valore.

Sono oltre 700 le proposte in 350 città d’Italia, molte delle quali in Friuli Venezia Giulia: meraviglie da scoprire, nascoste in luoghi poco conosciuti e solitamente inaccessibili, che raccontano storia e natura dell’Italia, spaziando dall’archeologia all’architettura, dall’arte all’artigianato, dalla tradizione alla memoria, dall’antico al moderno, dalla città alla campagna, e che il FAI svela al pubblico in due giorni di festa, di divertimento, ma anche di apprendimento e sensibilizzazione.
Ai partecipanti verrà suggerito un contributo non obbligatorio a partire da 3 euro, che andrà a sostegno della missione e dell’attività del FAI (l’elenco dei luoghi aperti e le modalità di partecipazione all’evento sono consultabili sul sito www.giornatefai.it). Chi lo vorrà, potrà sostenere ulteriormente il FAI con contributi di importo maggiore oppure con l’iscrizione annuale, sottoscrivibile online o in piazza in occasione dell’evento (box sotto per dettagli).

Le Giornate FAI d’Autunno si svolgono nell’ambito della campagna di raccolta fondi “Ricordiamoci di salvare l’Italia” che il FAI organizza nel mese di ottobre e si inquadrano nell’ambito delle iniziative di raccolta pubblica di fondi occasionale (Art 143, c 3, lett a), DPR 917/86 e art 2, c 2, D Lgs 460/97). A coloro che decideranno di partecipare verrà suggerito un contributo non obbligatorio a partire da 3 euro, utile a sostenere la missione di cura e tutela del patrimonio culturale italiano della Fondazione. Sarà possibile inoltre sostenere la Fondazione con l’iscrizione annuale, online o in piazza in occasione dell’evento, un gesto concreto in difesa del patrimonio d’arte e natura italiano. Gli iscritti al FAI o chi si iscriverà in occasione dell’evento potranno beneficiare dell’accesso prioritario in tutte le aperture e di aperture e visite straordinarie in molte città e altre agevolazioni e iniziative speciali.
Per l’elenco completo dei luoghi visitabili e le modalità di partecipazione consultare il sito www.giornatefai.it.

Con le Giornate FAI d’Autunno 2022 si avvia la collaborazione tra FAI e ANCI – Associazione Nazionale Comuni Italiani nell’ambito di un Accordo recentemente firmato, volto a sviluppare e diffondere buone pratiche e a sensibilizzare i Comuni Italiani sulla salvaguardia e valorizzazione del patrimonio culturale e paesaggistico italiano.

Questi i luoghi aperti in Friuli Venezia Giulia:

Trieste - Il viaggio del caffè

Trieste – Il viaggio del caffè

Il Gruppo FAI Giovani di Trieste presenta in collaborazione con l’Associazione Caffè Trieste “Il viaggio del caffè”: un percorso storico, culturale e artistico che approfondisce uno dei prodotti simbolo della città dove, grazie alla presenza del porto voluto dagli Asburgo, sono fioriti il commercio e la trasformazione del chicco verde in nera bevanda. Verranno aperte le porte di sei aziende della filiera dislocate tra il Carso e la città (Demus -riservata agli iscritti FAI-, Excelsior Industria Caffè Torrefatto, Imperator – Bloom Coffee School, Torrefazione Guatemala, Torrefazione Primo Aroma, Torrefazione Vidiz&Kessler – Qubik) per conoscere segreti e caratteristiche delle diverse fasi di lavorazione anche attraverso l’uso dei cinque sensi. Accompagna il viaggio l’apertura speciale del palazzo della Borsa Vecchia, oggi sede di Trieste della Camera di Commercio della Venezia Giulia, come luogo simbolo dei traffici raccontati da artisti e letterati, con visita ai saloni di rappresentanza e allestimento di una mostra con alcuni dei pezzi che fanno parte della collezione dell’Associazione Museo del Caffè.
Per informazioni: trieste@faigiovani.fondoambiente.it

Castello di Zoppola

Castello di Zoppola (PN)

Il Gruppo FAI Giovani di Pordenone apre diversi luoghi nel Comune di Zoppola per scoprire gli aspetti storici, artistici ed economici della cittadina e dei suoi dintorni. Si potranno visitare: la corte e alcuni ambienti interni del Castello (di proprietà privata); i diversi capannoni che costituiscono la Cooperativa produttori di patate (Co.Pro.Pra.); la storica Distilleria Pagura con l’originale impianto di produzione; il laboratorio di Stefano Jus (riservato agli iscritti FAI) con le sue opere che spaziano da pittura a scultura, da produzione di giocattoli e oggetti di arredo al mosaico; e gli interni e il parco della villa liberty di ispirazione gotica Villa Babuin (di proprietà privata).
Per informazioni: pordenone@faigiovani.fondoambiente.it

Sequals  - Villa Carnera

Sequals – Villa Carnera

Il Gruppo FAI di Spilimbergo concentra le aperture nel Comune di Sequals con tre visite dedicate. Con il percorso “I mosaici a cielo aperto” si potranno ammirare le opere delle storiche famiglie di mosaicisti in un itinerario tra case, vie, chiese e il cimitero locale alla scoperta di un mosaico che appartiene non sono alla tradizione ma anche al contemporaneo. Due aperture speciali: Palazzo Domini (solitamente chiuso al pubblico) sede della più importante delle famiglie che ricevettero dalla Serenissima l’investitura nel territorio; e Villa Carnera, voluta dal campione di pugilato di gusto art nouveau e richiami d’oltreoceano, dove si potranno visitare gli ambienti, i cimeli di famiglia e la palestra con le corde tricolore del ring di allenamento e l’enorme vogatore di riscaldamento.
Per informazioni: spilimbergo@gruppofai.fondoambiente.it

Cividale del Friuli (UD) - Museo Cristiano e tesoro del Duomo

Cividale del Friuli (UD) – Museo Cristiano e tesoro del Duomo

Il Gruppo FAI di Cividale del Friuli propone un percorso alla riscoperta di Leone Morandini: si parte con il Museo Cristiano e Tesoro del Duomo di Cividale del Friuli, ristrutturato nel 2008, che comprende testimonianze della cultura bizantina, longobarda e carolingia dell’Alto Medioevo; si prosegue con l’esterno di Casa Morandini, costruita nel 1914, per raccontare anche la storia del borgo; e infine una camminata per ammirare da vicino le opere di Leone Morandini, artista eclettico, che a Cividale ha lasciato il segno umile ma potente del suo operato.
Per informazioni: cividaledelfriuli@gruppofai.fondoambiente.it

Faedis - UD - Colvillano - Chiesetta di Santa Maria e il roccolo - ph Chiara Bettuzzi

Faedis – UD – Colvillano – Chiesetta di Santa Maria e il roccolo – ph Chiara Bettuzzi

La Delegazione FAI di Udine coinvolge due Comuni. A Faedis due luoghi solitamente chiusi al pubblico: la Chiesetta e la scalinata di San Rocco, consacrata nel 1366 dal Vescovo di Segna, da cui è possibile ammirare nella sua interezza il territorio circostante; e la Chiesetta di Santa Maria con il roccolo e il vigneto centenario dove sarà possibile immergersi in un luogo in cui spazio e tempo si fermano. A Manzano si aprono le porte dell’Acetaia Midolini, immersa nel cuore dei Colli Friulani Orientali, che porta con sé la storia del territorio e delle persone che lo hanno abitato e ne hanno influenzato a loro volta le caratteristiche del paesaggio stesso.
Per informazioni: udine@delegazionefai.fondoambiente.it

Doberdò del Lago - Riserva Naturale di Gradina - Foto Mauro Zocchi © FAI

Doberdò del Lago – Riserva Naturale di Gradina – Foto Mauro Zocchi © FAI

La Delegazione FAI di Gorizia ha coinvolto la Riserva Naturale dei Laghi di Pietrarossa e Doberdò a Doberdò del Lago – Doberdob, uno dei luoghi accerchiati dalle fiamme degli incendi che hanno sfigurato il nostro Carso nei mesi estivi e che hanno spinto la Direzione Regionale del Fondo per l’Ambiente Italiano del Friuli Venezia Giulia a candidare l’intera area carsica transfrontaliera nel censimento “I Luoghi del Cuore” per agevolarne la tutela. Il percorso proposto dalla Delegazione prevede la visita al Centro visite e al Museo di Gradina, una passeggiata alla scoperta del Carso e della storia attraverso i secoli e un itinerario per conoscere da vicino le caratteristiche del “lago carsico” e dell’ambiente che lo circonda.
Per informazioni: gorizia@delegazionefai.fondoambiente.it

Iniziative speciali

L’XI edizione delle Giornate FAI d’Autunno in Friuli Venezia Giulia verrà aperta venerdì 14 ottobre alle ore 20.45 nell’Aula Magna del Conservatorio Giuseppe Tartini di Trieste da uno dei concerti in programma per la quarta edizione della stagione musicale “Note di Spezie. Tutti i sapori della musica” diretta da Cristina Santin. Si esibirà il duo formato dalla cantante Nada Tavčar e dal pianista Luca Sacher tracciando una linea immaginaria che parte dalle terre slovene, ben note ai due artisti, attraverso Germania, Francia e Spagna, e oltre l’oceano fino all’Argentina. Mille sfumature musicali che si fondono, proprio come accade nel nostro Carso, in cui si viene avvolti da una miriade di colori, profumi e sensazioni. La manifestazione è proposta dalla International Community Music Academy (ICMA), scuola di musica inserita nel contesto del Collegio del Mondo Unito dell’Adriatico, con l’intento di celebrare le differenze attraverso la condivisione tra culture. Ingresso libero con prenotazione obbligatoria telefonando al numero 040-6724911 a partire da venerdì 7 ottobre.

A Zoppola (PN) le Giornate FAI si concluderanno domenica 16 ottobre alle 18.00 nel cortile della Distilleria Pagura con un concerto della scuola Arte della Musica e un assaggio di grappa offerto dalla distilleria. Ingresso libero.

A Cividale del Friuli (UD) venerdì 14 ottobre visite speciali in notturna del Museo Cristiano e del Duomo a cura della Direttrice Elisa Morandini per vivere l’emozione di conoscere in un contesto unico opere come l’Altare di Ratchis, il Battistero di Callisto e il Noli me Tangere del Pordenone e il prezioso velo della beata Benvenuta Boiani. Prenotazione obbligatoria sul sito www.giornatefai.it. Contributo libero a partire da euro 8 per gli iscritti FAI e euro 10 per i non iscritti. Possibilità di iscriversi al FAI in loco.

A Faedis (UD) sia sabato 15 che domenica 16 ottobre una volta terminata la passeggiata tra la Chiesa di Santa Maria, il vigneto storico e il roccolo i visitatori potranno fermarsi nel “tondo” e godere di una degustazione di prodotti locali tra cui il Refosco di Faedis grazie all’Associazione volontaria tra i viticoltori di Refosco di Faedis. Prenotazione consigliata sul sito www.giornatefai.it. Contributo libero a partire da euro 5 per gli iscritti FAI e euro 10 per i non iscritti. Possibilità di iscriversi al FAI in loco.

A Manzano (UD) sia sabato 15 che domenica 16 ottobre la visita all’Acetaia Midolini si chiude con una degustazione di aceti balsamici accompagnati da prodotti locali elaborati dallo chef Kevin Gaddi. Contributo libero a partire da euro 5 per gli iscritti FAI e euro 10 per i non iscritti. Possibilità di iscriversi al FAI in loco.


Elenco dei luoghi aperti in FRIULI VENEZIA GIULIA,
giorni e orari di visita e modalità di partecipazione su:
https://fondoambiente.it/il-fai/grandi-campagne/giornate-fai-autunno/i-luoghi-aperti/?regione=FRIULI%20VENEZIA%20GIULIA

IMPORTANTE: Verificare sul sito eventuali variazioni di programma in caso di condizioni meteo avverse

Le Giornate FAI d’Autunno 2022 sono rese possibili grazie al fondamentale contributo di importanti aziende illuminate:
Fineco, una delle più importanti realtà FinTech in Europa e fra le principali reti di consulenza in Italia, crede fermamente che la cura e il valore del patrimonio artistico e culturale siano un asset strategico per lo sviluppo del Paese e per questo è il prestigioso Main Sponsor dell’evento.
Si ringrazia per il rinnovato sostegno all’iniziativa Edison, azienda da sempre impegnata per la salvaguardia dei luoghi e delle realtà di interesse culturale e sociale presenti nel nostro Paese, che accompagna il FAI nel suo percorso di transizione ecologica ed energetica. Per questa occasione l’azienda energetica aprirà la propria centrale idroelettrica in Val Caffaro.
Grazie inoltre a Ferrarelle, acqua ufficiale del FAI, che ha donato il suo prodotto per l’iniziativa e presente con il suo Parco Sorgenti di Riardo (CE) nella lista dei luoghi visitabili.

L’evento si svolge con il Patrocinio della Commissione europea, della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Protezione Civile, del Ministero della Cultura e di Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia.

Le Giornate FAI d’Autunno chiudono la Settimana Rai dedicata ai beni culturali in collaborazione con il FAI. Dal 10 al 16 ottobre, come ormai da oltre 10 anni, Rai conferma l’impegno del Servizio Pubblico multimediale alla promozione, cura e tutela del patrimonio culturale, artistico e paesaggistico italiano. Rai sarà infatti in prima linea al fianco del FAI con tutti i canali radiofonici e televisivi e attraverso RaiPlay per creare un racconto corale che metterà al centro la bellezza e la sostenibilità del nostro patrimonio.  
Rai è Main Media Partner del FAI e supporta in particolare le Giornate FAI d’Autunno 2022, anche attraverso la collaborazione di Rai per la Sostenibilità ESG e la raccolta fondi promossa sulle reti del servizio pubblico.

Almanacco News
COOP online » Fai la tua spesa QUI

You may also like...