Festival del Vento e della Pietra, anteprima a Duino Aurisina

6a edizione de L’energia dei luoghi
del e della
Agosto 2020 – Gennaio 2021 | da al mondo!

ANTEPRIMA martedì 11 agosto

L’energia dei luoghi, la rassegna promossa dall’Associazione Casa Cave Contemporary Art , continua l’esperimento d’interazione fra arte contemporanea, ricerca scientifica e territorio, in una prospettiva di condivisione, rispetto per la Natura e progresso umano.
Questa sesta edizione tratterà di Vento e Pietra, elementi rappresentativi del sia come fenomeni naturali che come trame di fantastiche leggende, motivi di indagine sui misteri dell’interiorità e narrazione delle realtà storiche dei nostri luoghi.

Il Festival si aprirà con un’Anteprima, per la sezione Visioni a cura di Mila Lazić, martedì 11 agosto, in piazza Aurisina (dalle ore 21.15) con la proiezione di “Bora su Trieste” di Gianni Alberto Vitrotti (, 11’) e de “Il vento fa il suo giro” di Giorgio Diritti (film drammatico, 110’).

Nel 1953 “Bora su Trieste” vince a Venezia il Leone d’Argento alla XIV Mostra del Cinema. Per la realizzazione del documentario, gli operatori si spostano per alcuni anni nei punti più ventosi della città, condensando in pochi minuti tremila metri di pellicola del girato.
“Il vento fa il suo giro” è una storia intensa di cultura e identità a confronto che descrive le cose della vita simili a un vento che prima o poi ritorna; una ciclicità della natura che fa rinascere le cose e spinge gli uomini a ricominciare. Il film ha vinto molti premi importanti.

L’Anteprima del Festival è organizzata in partnership con Festival e in sinergia con Agriturismo Juna, Ass. Anno Uno – I Mille Occhi, Sokol, SKD Igo Gruden, Jus Comunella Nabrežina, le associazioni locali per San Rocco.

Ingresso libero, prenotazione obbligatoria: booking@karsiart.org – +39 366 4218001

Festival del Vento e della Pietra
Durante il Festival del Vento e della Pietra incontreremo numerose manifestazioni espositive come Bora Chiara e Bora Scura, le installazioni di Land Art del progetto Fine del Confine, le residenze di scultura de Il Viaggio della Pietra, da Aurisina al Mondo, con l’importante presenza di scultori contemporanei nelle aziende del territorio. In particolare quest’ultimo progetto, nato dalla collaborazione con Karsiart Festival, desidera essere un primo passo verso uno sviluppo museale sulla storia della Pietra d’Aurisina e delle sue . Inoltre sono previsti interessanti partenariati nell’ambito di Science in the City Festival di ESOF 2020 Trieste che porteranno altri appuntamenti di arte e scienza sul nostro territorio.

Infine ci sono gli immancabili e coinvolgenti collaterali, avvincenti passeggiate creative, curate proiezioni della Sezione Visioni, appassionanti conferenze, pièce di grande impatto visivo, ricerche sonore d’eccellenza, mirati laboratori per gli studenti e l’importante appuntamento finale con il Seminario “Vento e Pietra” che, aperto a tutti, proporrà un focus sulle energie rinnovabili e la responsabilità dell’artista in difesa dell’ambiente.
Interverranno scienziati internazionali, curatori, artisti e personalità locali.
Sarà ricordato inoltre, nel decennale della sua scomparsa, Luciano Bartoli, uomo di grande cultura e generosità che ha dato importante impulso alla nascita de L’energia dei luoghi.

Organizzazione | CASA C A V E Contemporary Art VisoglianoVižovlje Europe
Patrocinio | Comune di Duino Aurisina – Devin Nabrežina (TS)
Contributo | Regione Friuli Venezia Giulia / Comune di Duino Aurisina – Devin Nabrežina
Partner dell’evento | Comune di Duino Aurisina – Devin Nabrežina, CASA DELL’ARTE Trieste, ArTs, La Macchina del Testo, SKD Igo Gruden, La Contrada – Teatro Stabile di Trieste.
Ideazione progetto | Fabiola Faidiga, responsabile culturale – Marina Cobal, responsabile scientifico.

FOTO:
Composizione fotografica di Alessandro Vascotto

Almanacco News
COOP online » Fai la tua spesa QUI

You may also like...

Lascia un commento