Dante 700 Il mito del poeta da Trieste a Ravenna

Dante Alighieri

La notte del 25 marzo del 1300 Alighieri inizia il viaggio nei tre regni dell’aldilà che lo porteranno all’incontro di grandi eventi e personaggi. Un’avventura che oggi è letta e amata in tutto il mondo: la Divina Commedia.
Proprio in occasione dell’avvio di questo viaggio, il Ministero della Cultura ha istituito dal 2020 il Dantedì, Giornata nazionale dedicata a Dante Alighieri. L’edizione del 2021 è molto significativa in quanto avviene nel settecentesimo anniversario della morte del Sommo Poeta. 

In occasione di questa ricorrenza, il Segretariato Regionale del Ministero della Cultura per il Friuli Venezia Giulia, la Società di Minerva e l’Archivio di Stato di Trieste hanno collaborato per la realizzazione di un ciclo di dedicato ai rapporti tra Trieste e Ravenna nel segno di Dante. Gli incontri verranno divulgati online sulle pagine facebook e sui siti web dei tre istituiti.

“E’ questo un Dantedì particolare” – dichiara il Segretario Regionale del Ministero della Cultura per il Friuli Venezia Giulia, Roberto Cassanelli – “in quanto commemora i 700 anni dalla morte di Dante a Ravenna e per tale motivo il Segretariato, la Società di Minerva e l’Archivio di Stato di Trieste, hanno organizzato una serie di incontri incentrati sul rapporto tra Trieste e Ravenna. Rapporti particolarmente intensi tra fine Ottocento e inizio Novecento proprio nel segno di Dante, simbolo di italianità per le terre ancora sotto la dominazione asburgica.”

Rossella Fabiani, presidente della Società di Minerva, afferma come “la Società, istituzione molto antica in quanto nata a Trieste nel 1810, ha percorso durante tutta la sua storia il culto di Dante attraverso le sue diverse attività. La Società, in passato, non fu solo centro culturale bensì anche fulcro di promozione dei valori di italianità.”

L’auspicio che trae la direttrice dell’Archivio di Stato di Trieste, Antonietta Colombatti, per questo anniversario è che “la ricchezza del patrimonio documentario conservato dall’Archivio possa consentire e invogliare ad indagare e approfondire la più ampia tematica della tradizione dantesca nell’educazione e nella cultura, in particolare nel mondo scolastico cittadino.”

Calendario delle videoconferenze:

15 aprile 2021

Benedetto Gugliotta
Resp. Ufficio tutela e valorizzazione patrimonio museale, Biblioteca Classense – Comune di Ravenna
Fovet ignem. Rotte adriatiche nel segno di Dante.

22 aprile 2021

Fabiana Salvador
Storica dell’arte
L’ampolla dantesca. Il concorso fra gli artisti delle province italiane dell’Austria.

29 aprile 2021
Ambra Betic
Funzionario Archivista, Archivio di Stato di Trieste
Il fondo archivistico Attilio Gentile. Celebrazioni dantesche fra 1865 e 1921.

6 maggio 2021
Elvio Guagnini
Professore emerito di Letteratura italiana, Vicepresidente Società di Minerva
Dante alla Minerva

Dove seguire il ciclo di videoconferenze:

Segretariato Regionale del Ministero della Cultura per il Friuli Venezia Giulia
www.facebook.com/micfriuliveneziagiulia
www.fvg.beniculturali.it

Società di Minerva
www.facebook.com/societadiminerva
www.societadiminerva.it

Archivio di Stato di Trieste
www.facebook.com/archiviodistatotrieste
www.archiviodistatotrieste.it/

corsi sicurezza lavoro Almanacco News
COOP online » Fai la tua spesa QUI

You may also like...