Corso aggiornamento per insegnanti di Tedesco del FVG

Il Goethe-Institut propone “Deutsch Lehren Lernen”, “Imparare ad insegnare il Tedesco” – Unità 6 (dal 17 febbraio al 30 maggio 2020).
Iscrizioni entro lunedì 10 febbraio. presso il Goethe-Zentrum Triest.

Programmare bene una lezione è una delle attività centrali nell’insegnamento. Su cosa ci basiamo quando strutturiamo la lezione? Come progettiamo l’unità di lezione e quali sono le concezioni per una efficace successione delle fasi di lezione?
Il Goethe-Zentrum Triest (via Beccaria 6, Trieste) è la sede, unica in regione, dove è possibile frequentare l’Unità 6 del Corso di aggiornamento “Deutsch Lehren Lernen” (DLL), promosso dal Goethe Institut.

Il programma per la formazione e l’aggiornamento del Goethe-Institut è stato sviluppato specificatamente per i docenti di tedesco lingua straniera e lingua seconda e rispecchia le nuove tendenze nell’ambito della didattica. Con DLL gli insegnanti acquisiscono maggiore sicurezza nel loro operato a lezione e con l’aiuto dei cosiddetti PEP (Progetti di Ricerca Empirica) accrescono la loro professionalità.

Tramite l’Unità 6 di “Deutsch Lehren Lernen” (DLL), i docenti hanno la possibilità di elaborare punti di orientamento per il lavoro quotidiano e di apprendere le novità nel campo della programmazione della lezione.

Gli insegnanti di tedesco di tutto il Friuli Venezia Giulia dunque possono iscriversi entro il 10 febbraio per accedere alle settimane di formazione che si terranno dal 17 febbraio al 30 maggio 2020. I docenti di ruolo avranno la possibilità di avvalersi del buono formazione. I docenti non di ruolo, di qualsiasi scuola di ordine e grado, potranno candidarsi per ottenere una borsa di studio.

Le informazioni sul corso sono reperibili sul sito web del Goethe Institut (www.goethe.de) alla voce Lingua tedesca/Corsi di aggiornamento, o scrivendo alle mail: adrian.lewerken@goethe.de oppure BKD-triest@goethe.de.

https://www.goethe.de/ins/it/it/spr/unt/ver/ver.cfm?fuseaction=events.detail&event_id=21743856

Almanacco News

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *