Convegno a Trieste: La Fisica comunica con la Medicina, l’Arte, la Spiritualità n.3

mib-trieste-ferdinandeo

LA FISICA COMUNICA CON LA MEDICINA, L’ARTE, LA SPIRITUALITÀ n. 3
COERENZA DELLE INTERAZIONI
NELLA RICERCA E NELL’INNOVAZIONE

A Trieste una due giorni rivolta a tutti gli interessati dedicata alla complessità e alla comunicazione fra saperi e discipline diverse: la comunicazione fra strutture è alla base della Vita così come la comunicazione fra saperi è alla base della Conoscenza e del Progresso.

TRIESTE – Sabato 19 e domenica 20 novembre 2016 nella sede del MIB School of Management, Palazzo del Ferdinandeo – Largo caduti di Nassirya a Trieste si terrà la terza edizione del Convegno “LA FISICA COMUNICA CON LA MEDICINA, L’ARTE, LA SPIRITUALITÀ: COERENZA DELLE INTERAZIONI NELLA RICERCA E NELL’INNOVAZIONE”. Il convegno è organizzato da AMeC Associazione Medicina e Complessità i cui responsabili scientifici il dott. Fabio Burigana e il prof. Claudio Verzegnassi così hanno motivato il significato dell’iniziativa: L’incontro fra Fisica, Medicina, Arte e Spiritualità è proposto dai cultori della Complessità come metodo innovativo per aprire la mente verso nuove concezioni dell’uomo e del mondo. Dalla comunicazione tra discipline diverse possono scaturire progressi inaspettati e rilevanti: questo è il messaggio fondamentale che il nostro Congresso vuole trasmettere.
Lo spirito di questo approccio è quello della Complessità, intesa come ricerca fra diversi campi di conoscenza e alla scoperta di scenari completamente nuovi con ancora inesplorate possibilità di sviluppo sia nell’ambito della salute che delle nuove tecnologie. In quest’ottica la complessità non si pone come antitesi al riduzionismo ma come un suo completamento.
Durante tutto il XX secolo la Scienza ha ottenuto i suoi successi proprio attraverso il riduzionismo ma ora ne sta incontrando i limiti che appartengono al quel paradigma da cui, per molti motivi, non riesce a liberarsi.
L’espressione di questa COERENZA, vista come strumento di interazione fra le varie discipline, merita di essere esplorata nei più svariati ambiti seguendo criteri rigorosamente scientifici: dalla Fisica alla Psicologia, alla Biologia, alla Medicina ed alla Sociologia senza tuttavia dimenticare l’importanza dell’Arte e della Spiritualità.
La speranza è che, così come dall’incontro tra Pauli e Jung sono emersi memorabili progressi tanto per la Fisica che per la Psicologia, nuove prospettive possano emergere dall’incontro tra Fisica e Medicina, Fisica ed Arte, Fisica e Scienze Sociali.
“La scelta di promuovere questo Convegno nasce dalla crescente sensazione che la nostra Cultura si stia sempre più avviando verso una fase iperspecialistica. Da ciò deriva un mondo di suddivisione e di separazione. Se la Cultura non incontrerà la Complessità questo nostro mondo diverrà ben presto un ammasso di comunità separate, non comunicanti tra loro e incapaci di sentirsi parte dello stesso grande insieme universale. Fisica, Medicina, Arte e Spiritualità, secondo il nostro punto di vista, sono discipline affini e dal loro incontro può nascere un ampliamento della visione della realtà e quindi, della capacità di risolvere i problemi che la nostra epoca ci presenta. In particolare lo scambio di informazioni tra Medicina e altre discipline come ad esempio la Fisica, potrebbe portare ad intuizioni di utile e salutare applicazione. In questa direzione cerchiamo di proporre non pensieri astratti ma modalità di pensiero innovative che possano servire da supporto per affrontare la vita con una visione del mondo più ampia che ci metta in condizione di migliorarne la qualità”.

Il Convegno si apre alle ore 9.00 di sabato 19 novembre con i saluti del dott. Fabio Burigana, medico e presidente di AMeC che esporrà le motivazioni del Convegno. Seguiranno gli interventi di una ventina di relatori di varie estrazioni professionali tra cui Stefano Bronzini (architetto ed artista), Fabio Burigana (medico), Maurizio Cannarozzo (medico), Mario Dalle Pezze (medico), Pietro Fallica (esperto di induismo e editore), Massimiliano Fanni Canelles (medico e giornalista), Fedra Florit (pianista), Mark G. Frank (psicologo), Roberto Germano (fisico), Marcello Girone (esperto di marketing), Philip Kurian (biofisico), Raffaello Maggian (sociologo), Alfonso Rubino (ingegnere), Paolo Salucci (fisico), Dario Urzi (medico), Claudio Verzegnassi (fisico), Federico Verzegnassi (medico), Paolo Zucca (medico veterinario).

Il convegno da diritto a 18 crediti formativi ECM per ogni area specialistica medica e per tutte le professioni sanitarie ma è rivolto anche a tutti i curiosi e gli interessati.
Sarà attivo un servizio di interpretazione consecutiva dall’inglese per gli interventi dei relatori stranieri.
Il convegno è senza scopo di lucro e prevede una quota di iscrizione quale contributo alle spese organizzative e logistiche, ed è gratuito per gli studenti universitari al di sotto dei 27 anni di età, in regola con il pagamento delle tasse universitarie.
Per informazioni ed iscrizioni: Smile Service, amec@smileservice.it o 040 3481631 o www.amec.eu.

Almanacco News
COOP online » Fai la tua spesa QUI

You may also like...