Contro caccia e cacciatori Trieste Animal Day

Comunicato di Trieste Animal Day

La caccia è pericolosa, inefficace, non necessaria e costosa. Al contrario di altri “hobby”, le ferite provocate dai cacciatori non sono delle mere fatalità.
Con queste parole l’ condanna fermamente la “caccia” e da sostegno alla Lav quanto scritto nel comunicato stampa dell’ 11 novembre.
Circa 50 morti e 80 feriti, è un bilancio medio di ogni stagione, coinvolgendo non solo i singoli cacciatori, ma anche i cittadini che non praticano questa attività.
La caccia è causa di moltissimi​ incidenti, tra umani e umani, mentre si cerca di uccidere gli .
Inoltre, molti studi dimostrano che gli incidenti d’auto con animali selvatici aumentano durante la stagione venatoria, perché i cacciatori spaventano gli animali e questi scappano dai boschi correndo in direzione delle strade.
La CACCIA NON È SPORT e non è etica, non e’ necessaria ed è moralmente opinabile, afferma il presidente del Tad, la caccia è terrorismo verso gli animali!
Inoltre, la tecnologia moderna ha cancellato ogni tipo di “giustizia” tra cacciatore e preda.
DETURPA IL PAESAGGIO e riduce il numero DELLE SPECIE PROTETTE.
L’uso delle armi, in generale, sono MESSAGGI DI VIOLENZA SOCIALE.
I territori dove si svolgono le battute di caccia (e che spesso sono sconfinati) sono estremamente pericolosi anche per i proprietari stessi dei fondi, che non possono accedervi in tranquillità (fatto gravissimo).
La politica di questa legislatura ha tradito il mandato elettorale barattando la tutela degli animali in cambio degli scranni parlamentari e per favorire esclusivamente le lobby dei cacciatori.
Fino a quando le amministrazioni si preoccuperanno di concedere deroghe e privilegi alla categoria armata, senza preoccuparsi degli animali né della popolazione indifesa, disarmata e in loro balìa?

Almanacco News
COOP online » Fai la tua spesa QUI

You may also like...