Contagiato in Serbia, al ritorno va al ristorante e rifiuta il ricovero

Un imprenditore , che era consapevole di aver contratto il coronavirus ha organizzato feste private, partecipato a funerali, negato di sottoporsi ad un tampone e poi negato un ricovero, continuando (da positivo) a svolgere vita lavorativa e sociale normale e mentendo su colleghi e compagni di viaggio. È così che sono scoppiati nuovi casi nel Nord Est e in particolare nel . Ne ha dato notizia il governatore Luca Zaia ricostruendo l’assurdo caso del paziente zero che ha riportato l’ in casa. Da cinque casi confermati sono così evidenziati ed isolati 50 casi sospetti, che potrebbero moltiplicarsi nei prossimi giorni ed estendersi nelle regioni limitrofe, anche il Friuli Venezia Giulia. Rabbia, stupore e dispiacere quindi, per un caso veramente disgraziato.

Almanacco News
COOP online » Fai la tua spesa QUI

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *