Confini Austria-Slovenia aperti, niente certificato e quarantena

All’ingresso in , i cittadini sloveni non hanno più bisogno di un certificato di non infezione da coronavirus e non esiste più una quarantena obbligatoria. Da domani sarà possibile anche la migrazione illimitata dall’, che il governo sloveno ha aggiunto all’elenco dei paesi senza restrizioni. L’ ha aperto i suoi con tutti i paesi vicini tranne l’Italia. I in Europa hanno iniziato ad aprirsi gradualmente. “Ieri il confine è stato aperto dalla Repubblica italiana e da domani in poi i cittadini sloveni potranno viaggiare liberamente in Austria”, ha dichiarato il portavoce del governo Jelko Kacin in una conferenza stampa. Ha spiegato che il governo ha deciso di includere l’Austria nell’elenco dei paesi da cui il confine di stato è attraversato senza restrizioni, sulla base di una valutazione della situazione epidemiologica della NIJZ e di un accordo tra i ministri degli esteri sloveno e austriaco.

A partire da domani, l’elenco includerà tre paesi: Ungheria, Austria e Croazia. “Per i cittadini di tutti gli altri paesi, le condizioni per entrare in non sono ancora cambiate”, ha dichiarato Kacin, aggiungendo che il governo deciderà sulla possibile inclusione dell’Italia nell’elenco sulla base di dati epidemiologici. “Questi sono già molto incoraggianti in alcune parti del paese, questo è particolarmente vero per i paesi del Friuli-Venezia Giulia e del Veneto” , ha detto il portavoce del governo. Ha annunciato che il pubblico sarebbe stato informato della decisione del governo durante la visita del ministro degli Esteri italiano Luigi di Maio , che sarà ospitato sabato dal ministro degli esteri sloveno Anže Logar.

Dal 15 giugno i cittadini sloveni potranno entrare, tra gli altri, in Grecia, Belgio, Repubblica Ceca e Paesi Bassi.

Secondo il Ministero degli Esteri austriaco, la situazione in Italia sarà rivalutata la prossima settimana.

Almanacco News
COOP online » Fai la tua spesa QUI

You may also like...