Concerto “Donne in musica – Festival Viktor Ullmann” all’Auditorium del Revoltella

Donne_in_musica-Festival_Viktor_Ullmann

Lunedì 23 novembre 2015 alle ore 18.00
presso l’Auditorium del Civico Museo Revoltella – via Diaz n. 27
si svolgerà il

“Donne in musica –

in occasione della Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne

Il concerto – organizzato dal Comune di Trieste e dal Festival Viktor Ullmann dedicato alla musica “Concentrazionaria e Degenerata” – vuole far conoscere le musiche di tre compositrici ebree che hanno subito l’onta delle leggi razziali e che per la loro appartenenza alla religione ebraica sono state deportate o hanno dovuto scappare dalla loro patria per nascondersi. Il caso della famosissima compositrice Vitezslava (Vita) Kapralova, nata a Brno nel 1915, è emblematico: all’apice della sua carriera di compositrice e direttore d’orchestra si ritrovò nel 1939, anno dell’invasione nazista della Cecoslovacchia, a Parigi dove decise di non tornare più in patria, assumendo lo stato di rifugiata. L’anno successivo sposò Jiri Mucha, figlio del noto pittore Alfonse, ma la loro unione durò molto poco in quanto, minata dalla malattia, la Kapralova si spense a Montpellier nel 1940. Nonostante sia vissuta appena 25 anni, l’influenza della compositrice su tutta la musica ceca del Novecento è stata unanimemente riconosciuta. Della Kapralova si eseguirà il Concerto per pianoforte ed orchestra d’archi in prima esecuzione assoluta per l’Italia con l’orchestra Abimà diretta da Davide Casali. Al pianoforte Luca Buratto, pronipote del compositore italiano Renzo Massarani e fresco vincitore del primo premio al concorso internazionale di Calgary. Successivamente verrà eseguita la Sonata per viola sola Rivka’s Fiddle scritta da Erika Fox, compositrice ebrea Viennese scappata con la famiglia da Vienna nel 1939 a Londra. Alla viola Benjamin Bernestein. La stessa Erika Fox sarà presente in sala per portare la sua testimonianza di donna compositrice. Infine verranno eseguite alcune canzoni di Ilse Weber compositrice ed autrice di poesie deportata a Terezin e poi morta ad Auschwitz perché aveva deciso di accompagnare i bambini che lei accudiva come maestra in quel lungo e funesto viaggio. Al concerto le sue musiche composte a Terezin e le sue poesie, piene di speranza e gioia, rivivranno dando testimonianza della prigionia e della sua speranza di vivere presto in un mondo diverso. Ad eseguire le musiche di Ilse Weber il trio Stella Artis con Margherita Puliga, voce, Francesca Agostini, violoncello e Valentina Gervasio, pianoforte.

Il concerto viene realizzato nell’ambito delle iniziative proposte dal Comune in occasione del 25 novembre “Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne”.

L’ingresso sarà a titolo libero e gratuito fino ad esaurimento posti.

Per maggiori informazioni sul concerto info@musicalibera.it oppure visitate il sito www.festivalviktorullmann.com oppure al tel (+39) 3408013203

Almanacco News
COOP online » Fai la tua spesa QUI

You may also like...