​Concerto di Presentazione della stagione 2022-’23 Teatro Lirico Giuseppe Verdi

Programma musicale

Gaetano Donizetti, “Che interminabile andirivieni” da Don Pasquale
Giacomo Puccini, Valzer di Musetta da La Bohème
Giuseppe Verdi, “Fuoco di gioia” da Otello

Olga Dyadiv, Soprano
Orchestra e Coro della Fondazione Lirica Teatro Verdi di Trieste
Direttore, Paolo Longo

21 settembre Ore 18.00

Teatro Verdi di Trieste

In attesa dell’apertura di stagione il 4 novembre con il ritorno di Otello e nel pieno della campagna abbonamenti che chiuderà il 15 novembre, il Teatro Verdi offre al pubblico triestino il tradizionale concerto di presentazione del nuovo cartellone per festeggiare un anno di ripresa che vede le maestranze artistiche del Teatro già alacremente al lavoro per la Serva Padrona, nella preziosa e rara orchestrazione di Respighi nonché per il fortunato calendario sinfonico

Dal 4 novembre riparte la grande opera a Trieste, mentre i concerti sinfonici mietono successi e la deliziosa formula dell’opera ‘mignon’ nella Sala Victor de Sabata propone a scuole, ragazzi ma anche appassionati d’ogni età, il raro gioiello della Serva Padrona nell’orchestrazione di Ottorino Respighi, partitura recuperata solo alla fine degli anni ’80: una vera rarità utilizzata a fini divulgativi, a coinvolgere giovani e studenti.

Nel di questo fermento, mentre i laboratori teatrali lavorano al ritorno dell’Otello di apertura nell’interpretazione aggiornata del regista Giulio Ciabatti, il 21 settembre il Teatro invita i cittadini a festeggiare il ritorno dell’opera nella sala principale con il compositore e direttore triestino Paolo Longo sul podio dell’Orchestra e del Coro del Verdi e con la voce del soprano ucraino Olga Dyadiv, gradita conoscenza per gli appassionati della città giacchè la sua importante carriera internazionale è cresciuta proprio al Verdi a cui, nonostante la crescente mole di impegni, continua a dedicare un posto privilegiato nel suo intenso calendario.

Il breve ma intenso programma, che si alternerà ai momenti di narrazione della stagione affidati al Sovrintendente Giuliano Polo e al Direttore Artistico Paolo Rodda, si aprirà con il celebre coro di servi e cameriere dal III Atto dell’opera buffa Don Pasquale di Donizetti, seguirà un assaggio di stagione in omaggio al secondo titolo di cartellone con la romanza in forma di valzer “Quando m’en vo” dalla Bohéme di Puccini interpretata dalla Dyniv come Musetta, infine si chiude col protagonista di stagione, il coro dal I atto di Otello “Fuoco di Gioia”. La scena sarà invece animata da video di repertorio ed archivio per ingannare l’occhio nella tradizionale forma di concerto.

La stagione 2022-’23 vedrà il ritorno sul podio di Daniel Oren proprio con Otello, ma anche Ivan Ciampa, lo statunitense Christopher Franklin, il giovane Enrico Pagano, nonché le grandi voci di Roman Burdenko, Arsen Soghomonyan, Leon Kim, Lianna Haroutounian, Silvia Dalla Benetta, Ruth Iniesta, Daniela Barcellona, Lavinia Bini, Caterina Sala, Olga Dyadiv, Magda Hundeling fra i tanti, in un sapiente equilibrio tra artisti di solida fama e grandi talenti emergenti, per non smentire il ruolo del Verdi quale scopritore precoce di future glorie.

Il Sovrintendente Giuliano Polo sintetizza così lo spirito di questo nuovo impegno: “E’ importante che questa stagione nella sua solida tradizionalità, che però osa sul fronte dei nuovi talenti, ci aiuti a riportare il pubblico al suo teatro di sempre, con affetto e costanza. Perché solo nell’abbraccio del pubblico nasce una vera ripartenza di motore culturale di una città che è sempre stata fiore all’occhiello del gusto musicale europeo. Il teatro ci crede, le sue maestranze pure, per la festa del 21 è tutto pronto: apriamo le porte ai nostri ospiti!”

La Campagna abbonamenti è iniziata giovedì 15 settembre 2022 e si concluderà martedì 15 novembre 2022. I turni di abbonamento sono sei, come nelle passate stagioni e le giornate di spettacolo, con l’eccezione dell’opera di inaugurazione, sono organizzate nel corso di due fine settimana con tre spettacoli in orario pomeridiano.

La Fondazione per agevolare il ritorno del pubblico a Teatro dopo il difficile periodo della pandemia ha assunto la decisione di rimodulare la tabella prezzi, di favorire la sottoscrizione degli abbonamenti garantendo agli stessi una maggiore economicità e di presentare una nuova modalità di acquisto per i palchi. Rimangono sempre attive le agevolazioni più vantaggiose per pubblico degli studenti e i giovani fino a 34 anni.

La vendita dei biglietti per i singoli spettacoli avrà inizio il 25 ottobre 2022.

Almanacco News
COOP online » Fai la tua spesa QUI

You may also like...