Centro stupri, il Kursaal collabora e ottiene uno “sconto di pena”

Il di non ci sta, e propone serate a tema contro il . La questura di Udine a seguito dell’istanza presentata dal “Kursaal” per la riduzione del periodo di sospensione dell’attività ha valutato di rideterminare la chiusura in 10 giorni. A sostegno della rivalutazione in senso positivo del provvedimento ha considerato favorevolmente il fatto che Il Kursaal e il suo personale hanno offerto, nei giorni scorsi, un importante e per taluni aspetti decisivo contributo per l’esatta ricostruzione dei fatti.

Il Kursaal ha presentato un piano per l’adozione di iniziative idonee affinché analoghi deplorevoli fatti non possano reiterarsi, sia modificando il sistema delle prenotazioni che implementando il sistema di vigilanza per i comportamenti tenuti dai propri avventori.

Il Kursaal si è immediatamente dissociato, anche sui media, dalle iniziative che hanno generato l’adozione del provvedimento di sospensione dell’attività dichiarandosi disponibile e proponendo l’organizzazione di serate e incontri a scopo benefico per sensibilizzare il proprio target di clientela, estremamente giovane, sul tema del rispetto della donna e per la divulgazione di un messaggio di assoluta condanna e dissociazione verso qualsiasi forma di atteggiamento discriminatorio, sessista, violento e razzista.

Almanacco News
COOP online » Fai la tua spesa QUI

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *