Benzina troppo economica in Ungheria, Orban compie gesto eclatante

Al sig. Vinicio Busani, pensionato benestante, non converrebbe fare il pieno di benzina in con il suo elegantissimo “1100 nero” (cit. “Il Finanziere“, l’intramontabile canzone di Lorenzo Pilat, Mariano Tassan, Toni e Franco Damiani – del 1978). Il problema nasce dal fatto che in Ungheria, finora, il prezzo della benzina era particolarmente vantaggioso (attorno a 1,24 €/L) tant’è che nei paesi confinanti, in primis l’Austria, conveniva passare il confine per fare il pieno. Questo fatto ha evidentemente disturbato il premier magiaro, Viktor Orban; con un decreto ad hoc ha impedito il prezzo low-cost agli stranieri, cioè quelli che non hanno il simbolo “H” sull’automobile, portandolo solo per loro a ben 2 Euro al litro (applicando il tasso odierno di conversione del Fiorino). Questo trattamento “di riguardo” ovviamente fa a pugni con i principi dell’Unione Europea. Ne vedremo delle belle.

Viktor Orban benzina

Almanacco News
COOP online » Fai la tua spesa QUI

You may also like...