Bambino morto nel parco Coronini a Gorizia, non è cavità naturale ma costruzione artificiale

È un manufatto d’epoca nel parco di Villa Coronini a Gorizia, ad aver inghiottito il bambino. La cavità artificiale è molto profonda e lo sventurato non ha avuto scampo.

Il dodicenne stava facendo orienteering con il centro estivo. Ha ceduto la grata posta sull’imboccatura della cavità, profonda 30 metri. Quando i soccorritori lo hanno raggiunto non dava segni di vita.

l bimbo stava visitando il parco della villa assieme ai suoi amici e ad alcuni educatori nell’ambito delle attività organizzate dal che frequentava.

Nei programmi del oggi (22/07/2020) c’era l’orienteering, cioè un gioco per sviluppare le capacità di orientamento con l’obiettivo di individuare alcuni luoghi prestabiliti.

Il ragazzino, che stava partecipando al gioco, si sarebbe arrampicato sulla spalletta del pozzo in pietra che è alto poco meno di un metro. Per motivi misteriosi, la rete di protezione del pozzo ha ceduto e il bimbo è caduto all’interno del pozzo che è profondo una trentina di metri.

I Vigili del fuoco si sono calati all’interno con il personale del Saf, ma quando hanno raggiunto il bambino, questi non dava più segni di vita. La polizia arrivata sul posto sta ricostruendo l’accaduto.


corsi sicurezza lavoro Almanacco News
COOP online » Fai la tua spesa QUI

You may also like...