Ater Trieste: Consegnati ufficialmente gli alloggi di via Cesare dell’Acqua

PRESENTAZIONE ALLOGGI ATER VIA CESARE DELL’ACQUA – DESCRIZIONE INTERVENTO
L’intervento complessivo ha portato alla realizzazione dei condomini nei civici: 14/1, 14/2, 14/3, 14/4 e 14/5. Sono stati costruiti 50 alloggi di edilizia sovvenzionata, i relativi parcheggi di pertinenza e lavori di valorizzazione ambientale con criteri di edilizia ecocompatibile, secondo i principi della bioedilizia, con l’utilizzo di tecniche e tecnologie di edilizia sostenibile, secondo quanto previsto dall’ Accordo di programma firmato in data 21/07/2010 tra Regione autonoma Friuli Venezia Giulia, Comune di Trieste, ATER di Trieste, Consorzio per l’area di ricerca scientifica e tecnologica di Trieste e Dipartimento di ingegneria civile ed ambientale dell’Università degli Studi di Trieste (DPR 31/08/2010, N° 0201/PRES).
Le palazzine si trovano sulle pendici sud-occidentali di Montebello, tra S. Maria Maddalena Superiore e S. Maria Maddalena Inferiore in prossimità di Poggi S. Anna.

consegna casa ater

Il progetto, rispettando i requisiti della caratterizzazione energetica ed ambientale del sito (caratteristiche e morfologia del terreno, soleggiamento, venti dominanti, precipitazioni medie, etc), ha consentito la realizzazione di due distinti corpi di fabbrica suddivisi rispettivamente in 2 e 3 vani scala aggregati, il tutto nel rispetto dei principi della bioclimatica, delle energie rinnovabili e della sostenibilità, ottenendo complessivamente 50 alloggi che godono dei seguenti benefici:
• sfruttamento al meglio degli apporti solari diretti nel periodo invernale;
• dimensionamento delle schermature solari per la riduzione dei di abbagliamento
e surriscaldamento dei locali;
• progettazione ed orientamento corretto degli spazi delle unità abitative;
• adeguato livello di illuminazione naturale;
• utilizzo di sistemi solari passivi;
• protezione dell’edificio dall’azione della
• sfruttamento delle brezze estive per il raffrescamento estivo;
• limitazione delle emissioni di gas climalteranti

Gli alloggi sono distribuiti in:
• 20 alloggi ai civici 14/4 e 14/5, posizionati a nord-est del lotto d’intervento;
• 30 alloggi ai civici 14/1, 14/2 e 14/3, posizionati a sud-ovest del lotto d’intervento.
La soluzione dei fabbricati separati, garantisce un idoneo isolamento acustico.
Le dimensioni degli alloggi variano dai 50 ai 95 mq, i più piccoli sono dotati di una camera doppia, bagno e di soggiorno con angolo cottura mentre quelli più grandi dispongono di tre camere, due bagni, soggiorno e cucina. Gli alloggi al piano terra sono tutti dotati di spazio verde di pertinenza dell’alloggio e di questi, tre alloggi sono per disabili.

La tipologia dell’involucro edilizio ha tenuto conto dell’analisi energetica eseguita al fine di ridurre le dispersioni del calore nella stagione invernale e migliorare il comfort negli alloggi durante la stagione estiva, garantendo una riduzione dei costi per il riscaldamento e per il condizionamento degli ambienti.

FINANZIAMENTO
Il progetto è finanziato dalla L.R. 06/2003, art. 22 D.P.Reg. 119/Pres dd. 13/04/2004, dalla L.R. 01/2005 integrata dalla L.R. 09/2008, e dalla L.R. 02/2006 come sostituita dalla L.R. 01/2007 e dalla L.R. 22/2007.

COSTI
IMPORTO LAVORI E SICUREZZA: Euro 9.436.705,30 (di cui Euro 199.637,15 per costi della
sicurezza)
COSTO COMPLESSIVO: € 13.167.433,19
COSTO MEDIO A MQ € 2.600,00 compresi l’incidenza di costo per la realizzazione
delle sistemazioni esterne e dei posti auto
TEMPI
INIZIO LAVORI: 24/03/2014
CERTIFICATO FINE LAVORI: 25/07/2020
50 ALLOGGI EDILIZIA SOVVENZIONATA ATER: CLASSE ENERGETICA A2 (41) – A3 (9)

CARATTERISTICHE COSTRUTTIVE
Il complesso edilizio è stato interamente realizzato con elementi strutturali in legno: pareti portanti a telaio e solai di tipo “Xlam” formati da pannelli in legno a strati incrociati. Nelle intercapedini tra la struttura metallica di sostegno e il rivestimento in lastre di cartongesso sono posizionati gli elementi costituenti gli impianti elettrici ed idraulici a servizio dell’alloggio. All’interno dell’intercapedine si trovano uno strato di materiale fonoassorbente e le canalizzazioni dell’impianto di ventilazione e climatizzazione, che terminano con le bocchette grigliate poste a soffitto in ogni ambiente della casa.

Le pareti esterne sono rivestite con un sistema a cappotto. I serramenti esterni sono in PVC con specchiature in vetrocamera basso emissivo, ad anta e ribalta. Le finestre presentano un vetro stratificato di sicurezza verso il lato interno dell’alloggio mentre le portefinestre sono dotate di vetri stratificati di sicurezza su entrambi i lati. Ogni alloggio è dotato di portoncino blindato antiefrazione.

Ogni alloggio ha a disposizione un locale soffitta collocato nel sottotetto e un posto auto nell’area parcheggio adiacente al complesso edilizio.

IMPIANTI
Ciascun blocco edilizio è dotato dei seguenti impianti centralizzati che a loro volta poi si distribuiscono nei singoli alloggi: citofonico, di impianto di terra, impianto Tv centralizzato per la ricezione del segnale televisivo terrestre UHF, VHF e satellitare e di impianto telefonico, oltre ad un impianto di adduzione acqua e di distribuzione per le singole utenze residenziali, di scarico delle acque nere e di impianto di scarico delle acque meteoriche. Ogni vano scala è dotato di un ascensore elettrico per 6 persone.

L’intero complesso è integrato con il sistema di rilevamento e del funzionamento degli impianti al fine di consentire il rilevamento di cattivi funzionamenti degli stessi, monitorare i parametri microclimatici indoor e visualizzare lo stato dei consumi e dei risparmi energetici realizzati.

Ogni alloggio è dotato di un impianto autonomo – con pompa di calore ad aria – per:
• riscaldamento;
• ricambio d’aria negli ambienti;

L’impianto svolge contemporaneamente le funzioni di riscaldamento, ventilazione dei locali e deumidificazione, contribuendo anche al raffrescamento estivo degli ambienti.

La funzione di ventilazione meccanica controllata (VMC) assicura il ricambio e la purificazione continua dell’aria di tutti gli ambienti interni. L’impianto (VMC) rimane sempre in funzione per garantire il comfort ottimale degli ambienti. L’utente può controllare e gestire la temperatura ambiente, nei limiti previsti dalla normativa vigente, tramite un pannello-display collocato all’interno dell’alloggio.

L’utenza acqua è centralizzata, l’erogazione dell’acqua in ogni alloggio è gestita a livello condominiale e i consumi del singolo alloggio vengono contabilizzati mediante apposito contatore divisionale.

In considerazione della tipologia degli impianti termici installati, tutti alimentati dalla rete elettrica, non è stato predisposto l’allacciamento alla rete del gas e quindi, nel locale cucina, è utilizzabile esclusivamente un piano di cottura alimentato ad energia elettrica.

Il complesso edilizio è dotato di un sistema di recupero delle acque grigie e piovane: le acque di scarico dei lavandini e delle docce e quelle meteoriche, previo trattamento, vengono riutilizzate per l’alimentazione delle cassette dei wc e per alimentare un punto esterno attrezzato per il lavaggio delle auto.

Sul tetto di uno degli edifici del complesso è installato un impianto fotovoltaico quale fonte di energia rinnovabile, abbinato a batterie di accumulo che permettono di soddisfare la copertura del fabbisogno energetico dell’illuminazione esterna e di altri servizi comuni.
I consumi relativi al riscaldamento ed alla produzione di acqua calda sanitaria di ciascun alloggio si stima siano notevolmente ridotti grazie all’utilizzo dell’impianto a pompa di calore ad alto rendimento e all’ottima coibentazione dell’involucro edilizio, così da consentire un risparmio medio annuo per le famiglie pari a circa il 65 % dei costi previsti per un alloggio in classe G.


corsi sicurezza lavoro Almanacco News
COOP online » Fai la tua spesa QUI

You may also like...