Associazione Mozart, Trio Mark Rothko con musiche di Bach, Mozart e Villa Lobos

GEOMETRIE MUSICALI MARK ROTHKO ENSEMBLE
Chiesa Evangelica Luterana Trieste, Largo Odorico Panfili, 1 3 febbraio 2020 – ore 20.30

L’Associazione Mozart Italia di Trieste, si propone di promuovere la conoscenza dell’opera di Mozart e in generale di tutta la buona musica e di essere punto di incontro tra appassionati, musicisti e giovani talenti. Fedele a questi principi, l’Associazione ha di recente costituito l’Amadeus Adriatic Orchestra, composta da elementi d’età compresa tra i 12 e i 29 anni. Per informazioni e prenotazioni: e-mail presidenteamits@gmail.com cell. 335 568 4206 www.mozart-ts.org
Associazione Mozart Italia – sede di Trieste via del Lazzaretto Vecchio 5

GEOMETRIE MUSICALI MARK ROTHKO ENSEMBLE
Vi è nella costruzione di una composizione di quella che Quirino Principe definisce “musica forte”, uno sforzo geometrico-architettonico che ai più può sfuggire. Le fughe di Bach, le Sinfonie e i quartetti di Beethoven, la “Jupiter” di Mozart e mille altri casi simili rappresentano esempi assoluti di abilità costruttiva inimmaginabile. Il processo germinativo nella fuga e la tensione tra i temi contrastanti nela Forma Sonata sono momenti supremi della capacità compositivo-architettonica dei grandi compositori. Alcune fughe dal “Clavicembalo ben temperato” di J.S. Bach, Mozart scoprì nel 1782, a 26 anni, a Vienna, frequentando la sontuosa abitazione e la ricca biblioteca del barone van Swieten, ebbero un effetto “tellurico” nella produzione musicale della maturità del genio salisburghese. La sua musica, sempre di altissimo livello nel periodo precedente, divenne da quel momento ancora più profonda, contrappuntistica, meditata, potente. Testimonianza di ciò è l’ascolto che stasera potremmo apprezzare, da parte di uno dei migliori ensemble d’archi italiano, il MARK ROTHKO ENSEMBLE, che indagherà con lucidità, conoscenza e fervore interpretativo le relazioni tra due giganti della musica quali Bach e Mozart nella costruzione incomparabile di cattedrali musicali di “grande bellezza”. Nella seconda parte del concerto, il Trio d’Archi, composto nel 1945 da Astor Piazzolla, rappresentante di una visione “altra” e antidogmatica di intendere e di scrivere musica nel ‘900, concluderà il prezioso programma della serata. (Stefano Sacher)

PROGRAMMA

W.A. Mozart/J.S. Bach cinque preludi e fughe per trio d’archi KV 404a
– 1 in re minore, Adagio (attribuito a Mozart); Fuga trascritta dal “clavicembalo temperato” primo libro, numero 8, BWV 853 di J.S. Bach
– 2 in sol minore, Adagio (attribuito a Mozart); Fuga trascritta dal “clavicembalo temperato” secondo libro, numero 14, BWV 883 di J.S. Bach
– 3 in fa maggiore, Adagio (attribuito a Mozart); Fuga trascritta dal “clavicembalo temperato” secondo libro, numero 13, BWV 882 di J.S. Bach
– 4 in fa maggiore, Adagio e dolce dalla sonata per organo numero 3 BWV 527 Fuga trascritta dall’ “Arte della Fuga” Contrapunctus 8, BWV 1080
– 5 in mi bemolle maggiore, Largo e Fuga dalla sonata per organo numero 2 BWV 526
Heitor Villa-Lobos
Trio d’archi w460 (1945)
– Allegro
– Andante
– Scherzo
– Allegro preciso e agitato

MARK ROTHKO ENSEMBLE

Nasce nel 2011 dall’incontro di alcuni tra i migliori strumentisti ad arco del Triveneto. I suoi componenti accomunano le molteplici esperienze, maturate in campo cameristico, solistico, orchestrale e didattico, nell’intento di promuovere un repertorio magnifico, di non frequente esecuzione, quale la musica d’insieme per strumenti ad arco. Formatisi alla scuola del Quartetto Italiano e del Trio di Trieste, Carlo Lazari, Benjamin Bernstein e Marianna Sinagra vantano innumerevoli concerti in tutto il mondo e molte registrazioni discografiche per le etichette internazionali più importanti, ruoli di prime parti nei maggiori Teatri italiani (La Scala di Milano, La Fenice di Venezia, Arena di Verona, Teatro Verdi di Trieste, Orchestra Toscanini di Parma …) o in prestigiose compagini estere (Filarmonica di Israele, Orchestra di San Paolo del Brasile, I Solisti di Mosca …) e cattedre di insegnamento in diversi Conservatori italiani. L’Ensemble ha tenuto numerosi concerti in importanti stagioni concertistiche, frequentemente anche in forma di quintetto, grazie alla collaborazione del violinista Valentino Dentesami e del violista Mario Paladin, gli altri componenti stabili del gruppo. Il suo repertorio comprende tutti i brani scritti per questo tipo di formazione, dal periodo classico a quello contemporaneo, esteso talvolta anche al sestetto o all’ottetto d’archi, per progetti speciali realizzati con altri strumentisti ospiti, di prestigio internazionale.

Ensemble Mark Rothko
Carlo Lazari, Violino
Benjamin Bernstein, Viola, Mariannna Sinagra, violoncello

Almanacco News

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *