Arvedi, Ugl Metalmeccanici: “i lavoratori vogliono tornare in fabbrica”

Ferriera dall'alto

L’UGL esprime “forte preoccupazione per i lavoratori che dopo la chiusura della acciaieria triestina, ancora ad oggi si è fermi alle promesse. La fiducia non è in discussione, ma l’evidenza dei fatti rischia di smentirla”.

Lo dichiarano Antonio Spera, segretario nazionale UGL Metalmeccanici, e Daniele Francescangeli, vice segretario nazionale con delega alla Siderurgia, spiegando che “con le acciaierie e le sue eccellenze siderurgiche si è deciso di riqualificare l’area industriale per il bene della città, ma a farne le spese sono i lavoratori diretti e dell’indotto in gran parte in cassa integrazione”.

Spera e Francescangeli invitano “tutti i protagonisti dell’accordo del 26 Giugno 2020 ad attuare pienamente gli impegni assunti per la riqualificazione industriale, per il bene dei lavoratori interessati, perché, come succede ormai quasi sempre in tutti i progetti di aziendali, il problema vero sono i fondi economici promessi, sempre più spesso non del tutto reperibili”.

Almanacco News
COOP online » Fai la tua spesa QUI

You may also like...