A Trieste nessun privilegiato: fermato anche Questore Giuseppe Petronzi

Il questore di Trieste, Giuseppe

Sembra una scena del film con Alberto Sordi, quando da buon vigile zelante ferma pure le autorità. È successo oggi a Trieste: nelle strette maglie della sorveglianza è finito anche il Questore, Giuseppe Petronzi, fermato da una pattuglia dell’Esercito mentre portava a spasso il cane. Lo ha raccontato lo stesso Petronzi in diretta con l’emittente locale Telequattro. Il Questore ha detto di essersi allontanato dalla , dove risiede, ed essere giunto fin lungo le Rive, a una distanza di circa 200 metri. Qui è stato fermato da una pattuglia dell’Esercito che gli ha posto le domande di rito, riconoscendo che in effetti era mantenuto nella distanza ammessa. “Mi attengo disciplinatamente alle disposizioni, penso di essermi spinto fino a 198 metri”, ha scherzato. Dal 10 marzo in città si è registrata una decrescita dei reati del 60/65% ma un aumento delle chiamate dei cittadini del 7/8%, molte delle quali per segnalare assembramenti.
Disposto un protocollo per i reati di violenza contro le donne: sono i poliziotti ad avvicinare le donne, “perché magari possono avere difficoltà a contattarci”. Potenziata per questo la app youpol.

Almanacco News
COOP online » Fai la tua spesa QUI

You may also like...