A Palmanova la Commedia dell’Arte della Nico Pepe con le invasioni turche in Friuli

Piazza Grande di domani venerdì 31 luglio, il viaggio della Commedia dell’Arte con la «Per qualche Corona in più. Il Friuli tra rivolte contadine e invasioni turche».

Inevitabile l’incontro tra la Nico Pepe e la Commedia dell’Arte, la Civica Accademia di Udine intitolata al celebre Pantalone dell’“Arlecchino servitore di due padroni“ edizione Giorgio Strehler,

Il tema 2020 si focalizza sul Friuli nella seconda metà del XV secolo, un periodo denso di conflitti sociali che sfociano nelle giornate della Zobia Grassa, di incombenti carestie e pestilenze. In questo scenario prende le mosse il canovaccio originale ideato e diretto da Claudio de Maglio «Per qualche Corona in più» con gli allievi attori del secondo anno di corso della Pepe (Gaia Amico Andrea Baldoni, Simone Debenedetti, Cristina Greco, Francesco Ippolito, Nicola Lorusso, Giuseppe Losacco, Pietro Macdonald, Giulio Macrì, Sara Pagani, Alberto Viscardi).

Si comincia venerdì 31 luglio alle ore 21 a Palmanova (piazza Grande Loggia della Gran Guardia, posti fino a esaurimento).
Frutto di un lavoro corale che oltre ai giovani protagonisti Per qualche Corona in più vede la partecipazione di altri docenti e collaboratori della Nico Pepe – Marco Toller per i Canti di Commedia, Stefano Perocco di Meduna realizzazione maschere e Simone Belli coreografo dei combattimenti.

Grazie al sostegno della Regione Friuli Venezia Giulia (bando per la promozione della cultura storica) alla collaborazione delle Amministrazioni comunali di Palmanova, Terzo di Aquileia, Premariacco, Cordoipo, Bagnaria Arsa e Tricesimo, di Teatrorsaria, dell’Associazione Amici del Borgo San Martino e Udinestate 2020, al sostegno della Fondazione Friuli, al supporto produttivo di Vettori Ultramondo, lo spettacolo sarà presentato in diverse località del Friuli.

Almanacco News
COOP online » Fai la tua spesa QUI

You may also like...