Il mito e le immagini del Porto Franco di Trieste

La proclamazione del porto franco di Trieste, 1885 Autore: Cesare dell'Acqua (Pirano, 22 luglio 1821 – Bruxelles, 16 febbraio 1905) - Trieste, Museo Civico Revoltella.

La proclamazione del porto franco di Trieste, 1885
Autore: Cesare dell’Acqua (Pirano, 22 luglio 1821 – Bruxelles, 16 febbraio 1905) – Trieste, Museo Civico Revoltella.

Martedì 9 luglio alle ore 19.00, presso la sede del Circolo Fotografico Triestino in via Zovenzoni 4, Antonio Trampus – Professore Ordinario di Storia Moderna all’Università Ca’ Foscari di Venezia – terrà una conversazione su “Il mito e le immagini del Porto Franco di Trieste”.

La storia del porto di Trieste inizia nel ‘700 con la dichiarazione della libertà di navigazione nell’Adriatico e la successiva concessione della Patente di Porto Franco del 1719 da parte di Carlo VI d’Asburgo.

Azioni poi continuate da Maria Teresa d’Austria, con l’ampliamento delle facilitazioni di interscambio mediante l’eliminazione dei dazi doganali.

Queste strategie diedero grande impulso ai commerci, alla nascente industria e ad una progressiva estensione dell’area portuale, con positive ricadute economiche anche per la Città e il suo territorio che, negli anni, videro miglioramenti infrastrutturali nei collegamenti con l’entroterra mitteleuropeo e con tutto il bacino del Mediterraneo, e ciò costituì un fondamentale impulso per la costruzione del Canale di Suez.

Dopo le vicende delle due Guerre Mondiali, il Porto Franco ha di recente registrato ulteriori incrementi dei traffici ed è oggetto di attenzione a livello internazionale in vista di nuove connessioni con altri continenti.

Il prof. Trampus si soffermerà su questi e altri aspetti presentando anche il concorso fotografico sul tema “Il mio porto franco”, promosso dal Centro di Studi sull’ Illuminismo europeo dell’Università Ca’ Foscari di Venezia, dalla Società di Minerva di Trieste, dalla Società Triestina di Cultura “Maria Theresia”, con la collaborazione del Circolo Fotografico Triestino.

Questa iniziativa si colloca nell’ambito dei festeggiamenti per il terzo centenario del Porto Franco, ed è aperta a tutti i fotoamatori.

Lo scopo è quello di raccontare attraverso le immagini come i fotografi vedono il Porto Franco o che cosa pensano lo possa meglio illustrare, in modo da mettere a fuoco la percezione che la comunità ha della storia di questa parte della Città e quali possono essere i simboli che, lungo questi 300 anni, meglio lo rappresentano.

Il bando sarà disponibile sui siti dei promotori entro il 15 luglio p.v.

Hai bisogno di una guida turistica personale per visitare Trieste? Scrivici: info@informatrieste.eu

Almanacco News

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *