Pallacanestro, Trieste non molla e va splendidamente a Garaquattro

esultanza Pallacanestro Trieste

Trieste, 23 maggio 2019 – E’ una Pallacanestro Trieste 2004 che non molla mai, contro una Vanoli Basket Cremona quasi “immortale”: i biancorossi di coach Eugenio Dalmasson mettono sul campo anima, corpo e anche di più e riescono ad aggiudicarsi GaraTre, superando 91 – 86 il team di Sacchetti.

All’Allianz Dome, il tecnico biancorosso inizia con Wright, Sanders, Dragic e Knox, inserendo Da Ros al posto di Peric: quintetto classico per coach Sacchetti con Diener, Saunders, Crawford, Aldridge e Mathiang. L’inizio di Trieste è firmato tutto da Dragic (4/6 da due, 6/10 da tre, 3 rimbalzi e 2 assist): “Zoki” prima ispira Knox, poi inizia a colpire sia in penetrazione che da fuori. Quando Da Ros segna su assist di Wright, Trieste va avanti 17 – 9: due bombe di fila di Dragic ampliano lo scarto fino al 23-12, un margine portato fino al +12 con la schiacciata di Mosley (28 – 16).

Il massimo vantaggio arriva nel secondo quarto, con la tripla di Fernandez: 31 – 16, poi Saunders si scuote e la coppia Ricci – Diener accorcia le distanze. Trieste difende efficacemente ed a rimbalzo è attenta, mentre la Vanoli non riesce ad essere costante in attacco: l’MVP del campionato Crawford viene contenuto a 5 punti, poi la frazione si conclude con Sanders che intercetta un pallone e va a schiacciare, mandando in visibilio l’Allianz Dome e firmando il 47 – 34 al 20’.

Nella ripresa, la Vanoli ritrova Crawford (2/5 da due, 5/11 da tre, 7/8 ai liberi, 5 falli subiti, 4 rimbalzi): l’ala di Sacchetti inizia ad andare in ritmo, ma Trieste è brava a mantenere per qualche minuto un margine in doppia cifra. Per i locali, Dragic mette dentro due bombe di fila e recupera un rimbalzo in attacco, segnando il 62 – 48: nei pressi del ferro, però, Mathiang (6/8 da due, 2/3 ai liberi, 7 rimbalzi e 3 schiacciate) è molto presente, mentre Diener e Stojanovic portano la Vanoli sotto la doppia cifra di ritardo. E’ un momento difficile per Trieste, che vede il suo vantaggio ridotto fino al 64 – 59: ci pensa Daniele Cavaliero, con un canestro in penetrazione e tre triple di fila. L’ultima, sulla sirena, vale il 75 – 62 e fa esplodere il palasport.

Nell’ultimo periodo, la Vanoli produce il massimo sforzo: Crawford continua a martellare il canestro, insieme a Ricci. Due canestri dell’ala italiana proprio allo scadere dei 24’’ portano la Vanoli sul meno sette (83 – 76): i triestini smettono di segnare, poi Fernandez segna da due punti tenendo Trieste sul +4. Nel finale, succede di tutto: sul punteggio di 86 – 81, Saunders segna una tripla a 20’’ dalla fine; Fernandez segna un libero, poi Crawford subisce fallo. L’ala segna i due liberi (87 – 86), ma dalla lunetta prima Peric e poi Cavaliero non perdonano, fissando il definitivo +5 che manda la serie alla quarta partita. Appuntamento sabato 25, all’Allianz Dome, alle ore 20.30 per cercare di prolungare ulteriormente la serie.

PALLACANESTRO TRIESTE – CREMONA 91 – 86

Alma Pallacanestro Trieste: Coronica ne, Peric 8, Fernandez 6, Wright 6, Strautins 3, Cavaliero 16, Da Ros 10, Sanders 10, Knox 4, Dragic 26, Mosley 2, Cittadini ne. All. Dalmasson
Vanoli Basket Cremona: Saunders 8, Sanguinetti ne, Gazzotti ne, Diener 10, Ricci 13, Ruzzier 2, Mathiang 14, Crawford 26, Aldridge 3, Stojanovic 10. All. Sacchetti

Parziali: 28-16; 47-34; 75-62
Arbitri: Filippini, Weidmann, Borgioni

Hai bisogno di una guida turistica personale per visitare Trieste? Scrivici: info@informatrieste.eu

Almanacco News

You may also like...