A Tavagnacco tutti matti per il personaggio di Furian, creato nuovo ponte culturale

Il nuovo personaggio di Flavio Furian presentato nel programma televisivo “Macete” di Telequattro, sta avendo riverberi positivi anche al di fuori del territorio triestino. “Gelindo Piccinin”, lo spassosissimo speaker di Radio Tavagnacco International, mette in risalto in maniera divertente le peculiarità linguistiche e culturali del popolo friulano, nei limiti di un umorismo sano e mai volgare. Furian mette “l’accento sull’accento”, esasperando (non di poco) l’inflessione dialettale friulana, in un contorno di luoghi comuni che non insultano e offendono nessuno: dal bottiglione di Vino onnipresente sul tavolo di regia, alla camicia stile boscaiolo, la scopa appoggiata sul muro e la tecnologia antiquata dell’emittente (solo per citarne alcuni). Questo simpatico siparietto non solo non fa indignare gli abitanti di Tavagnacco, ma contribuisce altresì a gettare un ponte di distensione tra le nostre culture, da sempre rivali e con forti accenti campanilistici. Alcuni friulani rimproverano gentilmente Flavio Furian di non osservare strettamente le caratteristiche della parlata, ricca di intercalari (alcuni inaudibili, specie quelli rivolti alla sfera Celeste), ma il tutto in un’ottica costruttiva. Onore al merito, quindi, all’ennesima geniale trovata di “Macete” e dei suoi creatori.

Hai bisogno di una guida turistica personale per visitare Trieste? Scrivici: info@informatrieste.eu

Almanacco News

You may also like...