A Ronchi il pesce libico distribuito in tutta la UE

peschereccio

Il pesce libico può limitare il flusso dei migranti. “Una doppia finalità: lanciare un messaggio di pacificazione in Libia e costituire un’occasione di sviluppo, creando economia in quel Paese, per stabilizzarlo e determinando una situazione di controllo che può anche evitare nuovi migranti”. E’ il parere del presidente del Consiglio Fvg Piero Mauro Zanin, al convegno conclusivo di ‘Path-Dev’, azione pilota nella pesca, che ha avviato una collaborazione economica tra il Fvg e municipalità libiche (Bengasi, Sirte, Tobruq e Tripoli). Per Zanin ”certificare il prodotto ittico in Libia ha l’obiettivo di fare entrare il pescato in regione attraverso l’aeroporto di Ronchi, da dove può essere distribuito in tutta la Ue, con la partecipazione in questa filiera – ha concluso – anche delle nostre cooperative di trasformazione e dei soggetti di commercializzazione, formazione dei pescatori libici” e altro. Sandra Sodini, di Informest, ha sottolineato a margine del convegno che oggi ”i nuovi confini si allargano e la vera sfida è spostarsi sul Mediterraneo”.

Hai bisogno di una guida turistica personale per visitare Trieste? Scrivici: info@informatrieste.eu

Almanacco News

You may also like...