Alma Pallacanestro Trieste sconfigge il Torino al supplementare

Jamarr Sanders esulta - foto Ufficio Stampa Alma Pallacanestro Trieste

Jamarr Sanders esulta – foto Ufficio Stampa Alma Pallacanestro Trieste

Trieste, 27 gennaio 2019 – Sofferenza per 45 minuti, ma alla fine era importante vincere: l’Alma Pallacanestro Trieste getta il cuore oltre l’ostacolo, superando 115 – 110 la Fiat Torino dopo un tempo supplementare.

La squadra di coach Dalmasson torna a sorridere dopo aver passato un momento difficile, con sei uomini in doppia cifra e la coppia Wright – Dragic oltre quota 20: coach Dalmasson, per l’occasione, parte con il quintetto formato da Wright, Sanders, Dragic, Da Ros e Knox, facendo inizialmente riposare i malconci Peric e Mosley.

E’ proprio Dragic (3/5 da due, 4/7 da tre, 3/5 ai liberi, 6 rimbalzi, 2 recuperi) ad aggredire la partita all’inizio: lo sloveno risponde alla grande alle iniziative di Portannese e Jaiteh, che danno vita alla Fiat. I biancorossi sono su tutte le palle vaganti in questa fase iniziale, Knox colpisce dalla media per il 19 – 13 e Torino si rifugia in un time out: coach Galbiati trova un Cusin concreto in area, ma comunque Da Ros e Knox tengono avanti l’Alma.

Nel secondo quarto, due bombe di fila a firma Fernandez – Dragic danno il massimo vantaggio a Trieste (36 – 27), ma Hobson e Moore non mollano: Torino non si fa distanziare troppo, la partita è piacevole specialmente dal punto di vista offensivo e le due squadre si sfidano a viso aperto. Fernandez ispira Peric e poi si mette in proprio, ma ancora Moore è importante per tenere la Fiat a meno cinque (55 – 50).

Il terzo quarto parte con i piemontesi che inanellano uno 0 – 7, portandosi in vantaggio: l’Alma rimane per due minuti senza segnare, poi Wright indovina il canestro del pareggio. A questo punto, parte una sfida a colpi di triple con protagonisti Dragic, Moore e Hobson. Coach Galbiati si mette a zona, ma una conclusione pesante di Wright (5/8 da due, 2/7 da tre, 6/8 in lunetta, 5 falli subiti, 5 assist) e due bombe di Sanders fissano il 75 – 73 per i biancorossi: si continua in equilibrio, con il terzo quarto che si chiude sul 77 pari.

Nell’ultima frazione, ancora tantissime emozioni: McAdoo cerca di prendersi la scena grazie alla fisicità ed all’atletismo, ma si becca anche un tecnico, mentre Cavaliero concretizza il libero e mette anche la tripla sul conseguente possesso (87 – 84). Hobson e Jaiteh tengono ancora avanti la Fiat, ma Cavaliero colpisce di nuovo dalla lunga. Nel concitato finale, l’Alma riesce a trovare tre punti di vantaggio sul 101 – 98, poi a 5’’ dalla sirena Moore subisce fallo sul tiro da tre punti e indovina un fondamentale 3/3: si va all’overtime, con Torino che perde per falli Wilson e Portannese. Dragic e Peric portano avanti i biancorossi dalla lunetta, poi èMosley (4/5 da due, 5/10 ai liberi, 10 rimbalzi, 5 falli subiti) che prende possesso dell’area e segna cinque punti di fila, fondamentali per la vittoria di Trieste, insieme ai liberi di Wright.

TRIESTE – TORINO   115 – 110 dts

Alma Pallacanestro Trieste: Coronica ne, Peric 12, Fernandez 8, Wright 22, Strautins, Cavaliero 15, Da Ros 2, Sanders 8, Knox 14, Dragic 21, Mosley 13, Cittadini ne. All. Dalmasson

Fiat Torino: Wilson 7, Anumba ne, Hobson 21, Guaiana ne, Poeta 8, Cusin 6, McAdoo 9, Jaiteh 14, Mittica ne, Portannese 16, Moore 22, Cotton 7. All. Galbiati

Parziali: 30-27; 55-50; 77-77; 101-101

Arbitri: Morelli, Martolini e Biggi

Lonza Investments - investimenti alta renditaVip Costruzioni impresa edile Trieste

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *