Capuzi garbi o crauti (cavolo cappuccio acido alla triestina)

crauti capuzi garbi alla triestina

INGREDIENTI

1 Kg di cappucci acidi ( crauti – capuzi garbi )
2 spicchi d’aglio
2 costine di maiale affumicato (oppure l’equivalente in salsicce o pancetta affumicata)
2 cucchiai di farina, strutto o olio e.v.di oliva q.b.
sale e pepe

PROCEDIMENTO

Si tratta di una ricetta che, di base, può considerarsi comune alle gastronomie triestina, slovena, austriaca e tedesca. Una sola raccomandazione: con i crauti preferite la birra al vino.
Mettete i “capuzi” in un tegame, coperti a filo di acqua fredda, e fateli sobbollire per una mezzora, avendo cura di ricambiare l’acqua dopo il primo bollore se dovessero risultare troppo acidi. Di seguito fate colorire la farina nello strutto ( o olio ) ben caldo e doratevi gli spicchi d’aglio, quindi unite i “capuzi” con la loro acqua, salate e pepate. Ciò fatto, procedete alla cottura per un paio d’ore, a tegame coperto e fiamma bassissima; a metà cottura, aggiungete il maiale affumicato.

I “capuzi” si servono come contorno a ogni tipo di carne di maiale affumicata – salsicce specialmente – meglio se accanto a delle “patate in tecia”; quale complemento allo “schinco” di maiale o di vitello.

Hai bisogno di una guida turistica personale per visitare Trieste? Scrivici: info@informatrieste.eu

Almanacco News

You may also like...