Scuole dell’infanzia, via libera al tetto del 30% per stranieri a Trieste

scuola infanzia stranieri

Via libera dal Consiglio comunale di Trieste al nuovo Regolamento per le scuole dell’infanzia, che, tra le altre cose, fissa un tetto del 30% per la presenza di alunni di cittadinanza non italiana in ogni classe. “Una decisione – spiega l’assessore all’Educazione, Angela Brandi – che si rifà a una circolare del Ministero dell’Istruzione e che non parla di discriminazione, ma dà espressamente un’indicazione per l’integrazione di bambini di cittadinanza non italiana, stabilendo che tra i criteri, per un’offerta educativa e didattica opportuna e di qualità, ci dovrebbe essere il tetto del 30%”. Le modifiche introdotte al regolamento, approvate nella notte a maggioranza, prevedono anche il crocifisso in tutte le scuole e l’insegnamento della religione cattolica “quale principio fondante l’attività”. Proposte che nel complesso avevano suscitato polemiche tra partiti di opposizione, associazioni e sigle sindacali.

Lonza Investments - investimenti alta renditaVip Costruzioni impresa edile Trieste

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *