Pallacanestro | Vuelle Pesaro annienta una fragile Alma Trieste

Peric a canestro - foto Michael Ciaramicoli per agenzia Ciamillo Castoria

Peric a canestro – foto Michael Ciaramicoli per agenzia Ciamillo Castoria

Trieste, 12 novembre 2018 – Nulla da fare per l’Alma Pallacanestro Trieste all’Adriatic Arena di Pesaro: nel posticipo del lunedì sera, i biancorossi perdono contro la Vuelle Pesaro con il risultato di 103 – 77. Trieste, senza Da Ros, Janelidze, Sanders e Walker, porta ugualmente in panchina Silins, nonostante la contusione subita alla spalla nell’allenamento del sabato: in quintetto, come back court, coach Dalmasson sceglie gli ex Wright e Cavaliero, insieme a Strautins, Peric e Mosley. Dall’altra parte, “Cedro” Galli va con Artis, Blackmon, Murray, McCree e Mockevicius: l’inizio vede Mosley protagonista, con un appoggio ed una schiacciata volante su assist di Wright. Il lungo americano è presente a rimbalzo e questo permette all’Alma di andare avanti sul 4 – 9, dopo un appoggio di Peric: dall’altra parte, però, c’è un McCree molto attivo. L’ala forte di Galli è dappertutto e, in attacco, mette in difficoltà i biancorossi: entra Knox e indovina subito il semigancio del +7, ma un McCree da 13 punti in 10 minuti piazza il 21 pari e Monaldi, con un libero, porta in vantaggio la Vuelle.

Nella seconda frazione, Juan Fernandez è il protagonista per Trieste: sette punti di fila per il play argentino, che tiene vivo l’attacco di coach Dalmasson; dall’altra parte, McCree si prende un pò di riposo, ma Pesaro tiene bene grazie ad Artis e Mockavicius. A metà frazione arriva il terzo fallo di Wright, su Artis: il play americano deve andare in panchina e, nel frattempo, si accende Blackmon con un “guizzo” da quattro punti: 36 – 32, Cavaliero piazza la bomba del meno uno ma a questo punto inizia il momento migliore per i padroni di casa. Pesaro è più attiva sulle palle vaganti e, fra una tripla di Shaskov, un appoggio di Mockevicius (5/6 da due, 2/2 in lunetta, 10 rimbalzi, 3 recuperi) ed i liberi di Murray, i locali piazzano un break di 11 – 0 (46 – 35): Knox spezza il digiuno da sotto, poi allo scadere McCree (7/10 da due, 3/6 nelle triple, 7/8 ai liberi, 6 rimbalzi, 4 recuperi) conquista un rimbalzo offensivo e segna, ma la sirena è già suonata e si va al riposo sul +9 Vuelle.

Nella terza frazione, arriva l’allungo dei marchigiani: Fernandez riapre con la bomba del meno sei (46 – 40), ma McCree e Artis tengono a debita distanza la Vuelle. Troppi errori per i biancorossi, anche dalla lunetta: nonostante la schiacciata di Mosley su assist di Fernandez, sono sempre i padroni di casa a rimanere avanti: le bombe di Blackmon e McCree feriscono la difesa dell’Alma, poi lo stesso Blackmon recupera un pallone e confeziona un gioco da tre punti portando al massimo vantaggio Pesaro (67 – 49). Due schiacciate di Ancellotti e Shahskov mantengono il divario sul meno diciotto con cui termina il terzo periodo, pure se Knox (4/5 al tiro, 4/6 ai liberi e 6 falli subiti) indovina tre punti di fila: 71 – 53 al trentesimo.

L’ultimo quarto si apre con Blackmon che, dalla media, firma un nuovo massimo vantaggio: 73 – 53, ma a questo punto l’Alma risponde con uno 0 – 8 firmato da Knox e Peric (73 – 61). L’incantesimo viene spezzato da due liberi di Artis, poi Strautins segna un tiro pesante su una palla quasi persa dai biancorossi e riporta a meno undici la sua squadra: la Vuelle, però, non molla e anzi continua ad avanzare, con Mockevicius e McCree. Quest’ultimo mette dentro la schiacciata del +19 (83 – 64), costringendo coach Dalmasson a chiamare time out a 5’18’’ dalla fine: i padroni di casa, però, tengono duro e con i loro americani rimangono avanti. Blackmon segna in contropiede (89 – 66), poi gli ultimi sussulti sono a firma Fernandez: “Lobito” piazza la bomba del meno diciotto, ma rispondono dal perimetro ancora Blackmon e McCree. Nel finale, piove sul bagnato perchè Fernandez cade malamente a terra, battendo la testa: ci vogliono i soccorsi dell’ambulanza per lo sfortunato play argentino, mentre il match scivola via sancendo la vittoria dei pesaresi. Testa subito al prossimo match, in casa con Trento, sabato 17 novembre alle ore 19.00.

PESARO – TRIESTE 103 – 77

VL Pesaro: McCree 30, Conti 2, Zanotti, Giunta 1, Monaldi 1, Morgillo, Mockevicius 12, Murray 5, Ancellotti 4, Shashkov 8, Artis 19, Blackmon 21. All. Galli
Alma Pallacanestro Trieste: Cavaliero 5, Coronica, Schina, Strautins 10, Mosley 9, Cittadini ne, Peric 9, Knox 12, Silins, Deangeli ne, Fernandez 17, Wright 15. All. Dalmasson

Parziali: 22-21; 46-37; 71 – 53
Arbitri: Biggi, Boninsegna e Bongiorni

Lonza Investments - investimenti alta renditaVip Costruzioni impresa edile Trieste

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *