Stagione musicale 2018/2019 del Circolo del Jazz Thelonious di Trieste

Jaime Branch

Jaime Branch

Quella che inizierà venerdì 19 ottobre presso il Knulp di via della Madonna del mare 7/a a Trieste sarà l’undicesima stagione musicale del Circolo del Jazz Thelonious.Undici gli appuntamenti già confermati, più due concerti per i quali non sono state ancora stabilite le date.
Si rinnova la decennale collaborazione con la Scuola di Jazz del Conservatorio “G. Tartini” di Trieste attraverso sei serate di jam session e concerti dei gruppi di musica di insieme con gli studenti del Conservatorio.

Venerdì 17 ottobre
Ore 21 – Knulp – via della Madonna del mare 7/a
MIKE PARKER’S TRIO “THEORY”
Mike Parker – contrabbasso
Slawek Pezda – sax
Fred Parker – batteria
Un’ingegnosa sintesi di tutti i generi musicali; una combinazione apparentemente impossibile di Charlie Parker con il groove di Michael Jackson, una sfida degna di John Zorn … È tutto ciò che il jazz dovrebbe essere: originale, fresco, imprevedibile, simbiotico nell’improvvisazione di gruppo, e tutto ciò con il senso di umorismo. Mike Parker contrabbassista di New York ha studiato e suonato con importanti nomi del jazz attuale (John Scofield, Chris Potter, Antonio Sanchez, Eric Harland), ed è accompagnato dal sassofonista polacco Slawek Pezda, e da Fred Parker, un batterista dalla carriera ultraventennale che lo ha visto per cinque anni nel Kurt Elling 4et, ed al fianco di jazzisti come Freddie Hubbard, Chris Potter, Randy Brecker, Benny Carter, Joe Lovano, John Patitucci, Nicholas Payton e molti altri.

Martedì 13 novembre
Ore 21 – Knulp – via della Madonna del mare 7/a
JAIMIE BRANCH “FLY OR DIE”
Jaimie Branch – tromba
Jason Ajemian – contrabbasso
Lester St. Louis – violoncello
Chad Taylor – batteria
Un nome importante della scena jazz di Chicago e una aggiunta recente e attiva alla scena newyorkese, Jaimie Branch è una trombettista d’avanguardia nota per i suoi “suoni spettrali”, come dice il New York Times. La sua formazione classica e la sua “voce unica in grado di trasformare ogni gruppo a cui appartiene” (secondo Jazz Right Now) ha contribuito a un vasto numero di progetti non solo nel jazz ma anche nel punk, nel noise, nell’indie rock, nell’elettronica e nell’ hip-hop.

Martedì 27 novembre
Ore 21 – Knulp – via della Madonna del mare 7/a
JAM SESSION

Venerdì 7 dicembre
Ore 21 – Casa della Musica – via dei Capitelli 3
DEJAN TERZIC “AXIOM”
Dejan Terzic – batteria
Chris Speed – sax
Bojan Zulfikarpasic – pianoforte
Matt Penman – contrabbasso
Nato dalla lunga amicizia e collaborazione tra i membri del gruppo, il quartetto del batterista di origini bosniache Dejan Terzic porta sul palco brani originali, interpretati usando approcci minimalisti, colori melanconici e intrecci musicali sorprendenti. L’interplay tra i quattro musicisti è incredibile. Sarà affiancato al sax da Chris Speed, nato e cresciuto a Seattle e diplomatosi a Boston come strumentista e compositore, dal 1992 si sposta a New York dove si accompagna a musicisti del calibro di Dave Douglas, John Zorn, Uri Caine. Ispirato dalla musica balcanica, è stato riconosciuto come star del clarinetto dalla rivista Downbeat nel 2004, 2005 e 2006. Al pianoforte Bojan Zulfikarpasic. Fin da piccolo, Bojan si accosta al piano e ascolta la musica folk jugoslava, prima di scoprire Bach, Ravel, Debussy; poi i Beatles, la musica brasiliana e il jazz. Tra le collaborazioni più importanti il trio di cui è leader, completato dal bassista Rémi Vignolo e dal batterista newyorkese Ben Perowsky. Al contrabbasso il neozelandese Matt Penman, che dopo una borsa di studio di un anno presso il Berklee College of Music di Boston si è stabilito nel 1995 a New York. Tra i musicisti con cui ha collaborato e collabora Kenny Werner, Nnenna Freelon, Kurt Rosenwinkel, Mika Pohjola, Peter Bernstein, Sam Yahel e Seamus Blake e con le bande di Chris Cheek, Ignaz dinne e Nils Wogram. Dal vivo, si è esibito con la SFJazz collettivo con Joshua Redman e Madeleine Peyroux.

Martedì 18 dicembre
Ore 21 – Knulp – via della Madonna del mare 7/a
JAM SESSION

Martedì 15 gennaio
Ore 21 – Knulp – via della Madonna del mare 7/a
Giovanni MANCUSO – pianoforte
Alberto Collodel – clarinetto basso
Il pianista veneziano Giovanni Mancuso (Raiz, Elliott Sharp, Pietro Tonolo, Butch Morris, Carlo Boccadoro, Lukas Ligeti, Sylvano Bussotti) ed il clarinettista Alberto Collodel ci faranno ascoltare la ricostruzione onirica di un mondo scomparso nell’omaggio al grande scrittore e pittore di origini ebraiche Bruno Schulz, assassinato nel 1942. Le suggestioni della cultura musicale e letteraria dell’Europa dell’est alla vigilia della seconda guerra mondiale.

Martedì 22 gennaio
Ore 21 – Knulp – via della Madonna del mare 7/a
JAM SESSION

Martedì 19 febbraio
Ore 21 – Knulp – via della Madonna del mare 7/a
JAM SESSION

Martedì 26 febbraio
Ore 21 – Knulp – via della Madonna del mare 7/a
PERICOPES + 1
Emiliano Vernizzi – sax
Alessandro Sgobbio – pianoforte
Nick Wight – batteria
La musica dei Pericopes è un percorso intrapreso da Alessandro Sgobbio (piano) ed Emiliano Vernizzi (sax), frutto di undici anni di attività artistica internazionale a cavallo tra Parigi, New York e l’Italia, sei album all’attivo, proclamati vincitori assoluti sia del contest Padova Carrarese (indetto da MusicaJazz e Paolo Fresu) che di Umbria Jazz, con successiva segnalazione al Topjazz 2013. Cinque anni fa prende forma il progetto collaterale Pericopes+1 – assieme al batterista americano Nick Wight. Il riscontro da parte della stampa internazionale (Downbeat, AAJ, Musica Jazz, Jazziz) e la particolarità della formazione(sax/piano/drums), ad oggi colloca Pericopes+1 uno dei più interessanti esempi di contaminazione nel jazz,un’esplorazione di un linguaggio personale nel quale vengono rivisitati i ruoli di questi strumenti e le varie possibilità di interplay tra essi. La stessa televisione austriaca salutando la performance della band la definisce “un originale, elegante e ben equilibrato contributo al jazz contemporaneo.”

Martedì 19 marzo
Ore 21 – Knulp – via della Madonna del mare 7/a
JAM SESSION

Martedì 16 aprile
Ore 21 – Knulp – via della Madonna del mare 7/a
JAM SESSION

TBC
Dado MORONI – pianoforte
Dado Moroni nasce a Genova nel 1962 e venne in contatto con la musica jazz molto presto, grazie alla collezione di dischi dei suoi genitori, e iniziò a suonare il pianoforte all’età di 4 anni. Oggi Moroni è uno degli italiani più stimati negli USA (uno dei pianista preferiti dal grande Ron Carter), un vero e proprio caso di super “musicians” musician. Ha suonato in Italia e all’estero con Clark Terry, Chet Baker,Billy Cobham, Freddie Hubbard, Dizzy Gillespie,Jimmy Owens); un’approccio allo strumento straordinario, che tocca nel profondo chi ascolta questo ex enfant-prodige del pianoforte. Dado iniziò la sua carriera professionistica a 14 anni, suonando in tutta Italia con alcuni dei più importanti musicisti italiani come Franco Cerri, Tullio De Piscopo, Luciano Milanese, Gianni Basso, Sergio Fanni e Massimo Urbani, e a 17 anni registrò il suo primo album in trio con Tullio de Piscopo e il bassista americano Julius Farmer. Ha partecipato ad un numero impressionante di festivals internazionali, sia in Europa sia negli States, collaborando con artisti Phil Woods, Tom Harrel, Johnny Griffin.Niels-Henning Oersted Pedersen, Tony Scott, Wynton Marsalis, Freddie Hubbard, Harry “Sweets” Edison, Ron Carter e molti altri ancora. Ha fatto parte dell’organico di due gruppi storici quali la Paris Reunion (con Joe Henderson, Woody Shaw, Curtis Fuller, Johnny Griffin e Jimmy Woode) e la Mingus Dynasty (con Danny Richmond, Jinny Knepper, John Handy, Craig Handy e Reggie Johnson). Recentemente ha costituito un quintetto chiamato “the cube” con Andrea Dulbecco, Riccardo Fioravanti e due batteristi, Stefano Bagnoli ed Enzo Zirilli. Notevole la discografia a suo nome : si segnalano le recenti pubblicazioni con Tom Harrell , ” humanity” in duo e ” the cube” con il quintetto da lui capitanato.Recente invece “la vita è bella ” con Bob Mintzer, Joe La Barbera ( già batterista dell’ultimo trio di Bill Evans ) e Riccardo Fioravanti.

TBC
Rob MAZUREK – cornetta
Gabriele MITELLI – tromba
Tra gli artisti più originali e rappresentativi del jazz elettroacustico contemporaneo, leader di gruppi come Chicago Underground, Sao Paulo Underground, Black Cube SP o la Exploding Star Orchestra, il cornettista e compositore di Chicago Rob Mazurek è tra i talenti più visionari della musica contemporanea. Attivo sulla scena del jazz e dell’improvvisazione dalla metà degli anni ‘90, Mazurek ha contribuito a rivitalizzare la scena di Chicago, gettando un ponte vitale tra la generazione dell’AACM (Association for the Advancement of Creative Musicians) e quella più giovane, vicina al rock e alla musica elettronica. Fondatore del collettivo Chicago Underground, con formazioni che vanno dal duo (esibitosi in un memorabile concerto nell’isola di San Servolo due anni fa) all’orchestra, Mazurek ha militato negli Isotope 217 e collaborato con Gastr del Sol, Tortoise, Stereolab, Calexico, guidando poi uno straordinario quintetto, il trio Starlicker e la travolgente Exploding Star Orchestra, nonché São Paulo Underground e Black Cube SP. Gabriele Mitelli nel 2017 è miglior nuovo talento italiano per i critici della rivista di settore “Musica Jazz”, vince il Bando AIR per le residenze artistiche all’estero e pubblica il suo secondo disco per l’Auditorium Parco della Musica di Roma con O.N.G. “Crash”. In pochi anni suona con alcuni dei più importanti musicisti della musica jazz e di confine tra cui Ralph Alessi, Jeff Parker, Rob Mazurek, Markus Stockhausen, Chris Speed, Gianluca Petrella, Simone Graziano, Alexander Hawkins, Giovanni Guidi, Cristiano Calcagnile, Beppe Scardino, Tino Tracanna. Nel 2017 è ideatore e direttore artistico del neonato GroundMusic Festival.



tesseramento 2018/2019:
socio ridotto €30,00 (studenti del Conservatorio e delle scuole di musica)
socio ordinario €50,00
socio sostenitore €100,00 (in omaggio a richiesta l’abbonamento annuale a JAZZIT)

Oltre al tesseramento, entro il 31 dicembre è possibile sostenere il Circolo del Jazz Thelonious attraverso una donazione tramite piattaforma di crowdfunding Produzioni dal Basso accedendo a: https://www.produzionidalbasso.com/project/salviamo-la-musica-del-circolo-del-jazz-thelonious/



Lunedì 15, martedì 16, mercoledì 17 ottobre sarà possibile aderire al Circolo dalle ore 18.30 alle 20.00 presso il Knulp.




Info: 3200480460 / thelonious.trieste@gmail.com


Lonza Investments - investimenti alta renditaVip Costruzioni impresa edile Trieste

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *