Assolta farmacista obiettrice, si rifiutava di vendere pillola del giorno dopo

farmacista - foto di repertorio

“Ieri in tarda serata, dopo lunga camera di consiglio, la Corte di appello di Trieste ha confermato l’assoluzione per la farmacista di Monfalcone che aveva dichiarato la propria obiezione di coscienza rifiutandosi di vendere la pillola del giorno dopo”. Lo rendono noto Simone Pillon, Senatore della Lega e capogruppo in Commissione giustizia al Senato, e Marzio Calacione, avvocato, che hanno difeso la farmacista nella vicenda giudiziaria, durata 5 anni.
Il Tribunale di Gorizia aveva già assolto la farmacista, ma la Procura aveva appellato la sentenza. “Ora finalmente la Corte di Appello del capoluogo giuliano ha confermato l’assoluzione, riconoscendo la particolare tenuità del fatto e l’infondatezza delle pretese accusatorie”, scrivono Pillon e Calacione esprimendo “felicità” per la sentenza.

Hai bisogno di una guida turistica personale per visitare Trieste? Scrivici: info@informatrieste.eu

Almanacco News

You may also like...