Il violino romantico – Concerto con Emmanuele Baldini e l’Amadeus Adriatic Orchestra

violino romantico

venerdì 13 aprile ore 20.30
Sala Piccola Fenice
via S. Francesco 5 – Trieste

Ingresso libero per gli associati

In questa occasione si potrà rinnovare la Quota Associativa all’Associazione Mozart – Sede di Trieste per l’anno 2018. Potrete versare la somma di euro 60 (sessanta) per i soci ordinari o di euro 20 (venti) per i soci giovani, fino ai 29 anni d’età.


Primo della serie dei concerti di Amadeus Adriatic Orchestra organizzati nella Stagione 2018/19 da AMI TS, con il contributo della Regione Friuli Venezia Giulia, l’evento di questa sera vede il ritorno del grande violinista Emmanuele Baldini, già preziosissimo ospite della nostra associazione per alcuni concerti in duo con il pianista Luca Delle Donne e per un concerto mozartiano l’anno scorso con la nostra orchestra giovanile.
Stasera i nostri musicisti affronteranno una delle pagine più ispirate e coinvolgenti della letteratura romantica, vale a dire il Concerto per violino e orchestra in mi minore op.64 di Felix Mendelssohn-Bartholdy, composizione della maturità dell’autore tedesco, esempio di dialogo perfetto tra “solo e tutti”, impeccabile nella forma e dalla grande ricchezza tematica espressiva.
Il Concerto per violino sarà preceduto dalla giovanile sinfonia n.5 in Si bemolle maggiore di Franz Schubert.

Stefano Sacher


PROGRAMMA

Franz Schubert (1797-1828):
Sinfonia n.5 in Si bemolle maggiore
Allegro – Andante con moto – Minuetto – Allegro vivace

Felix Mendelssohn-Bartholdy (1809-1847):
Concerto per violino e orchestra in Mi minore op. 64
Allegro molto appassionato – Andante – Allegro molto vivace


Emmanuele Baldini è nato a Trieste, in un ambiente musicalissimo: il padre Lorenzo è un importante pianista e didatta e la madre Eletta è professoressa di materie teoriche e pianista. Dopo gli studi nella città natale con Bruno Polli, Baldini si è perfezionato a Ginevra con Corrado Romano, a Salisburgo e Berlino con Ruggiero Ricci e, più recentemente in direzione d’orchestra con Isaac Karabtchevsky e Frank Shipway.
Vincitore da giovanissimo di premi in numerose competizioni internazionali, fra cui il “Premier Prix de Virtuosité avec distinction” a Ginevra, il “Forum Junger Künstler” a Vienna e decine di premi in competizioni solistiche e per complessi da camera, nella sua carriera si è presentato come solista ed in recital in tutto il mondo: Giappone, Australia, USA e nelle principali sale da concerto di tutta Europa, oltre al Sud America, specialmente Brasile, dove ha fissato la sua residenza dal 2005.
Dopo una consistente carriera come violinista (con più di 15 cd registrati, 40 concerti per violino e tutte le principali Sonate in repertorio), Baldini ha intrapreso nuove avventure musicali, come direttore d’orchestra fondando il Quartetto Osesp, intensificando l’attività didattica ed esplorando i tesori musicali del Brasile, ancora oggi troppo sottovalutati.
Il Maestro Claudio Abbado, in una lettera alla “Harold Holt”, ha scritto di Baldini: “Sono rimasto impressionato sia dalla sua profonda musicalità e sia dalle sue qualità tecniche”.
Baldini è stato “spalla” dell’Orchestra del Teatro Comunale di Bologna, dell’Orchestra del Teatro “G. Verdi” di Trieste, dell’Orquesta Sinfonica da Galicia, dell’Orchestra del Teatro alla Scala di Milano (concertino) e dal 2005 è “spalla” dell’Orquestra Sinfonica do Estado de São Paulo (OSESP).


Organico dell’orchestra

direttore: M° Stefano Sacher

Violini primi: Silvia Pisana Reinotti, Nicoletta Pinosa, Rocco Ascone, Pietro Bonelli, Valentina Valepiano, Philipp Maglione Prugger, Florjan Suppani, Alma Girotto

Violini secondi: Dragana Gajic, Lorenzo Petrachi, Carolina Riccobon, Agnese Accurso, Mia Fornasaro, Riccardo Gondolo, Laura Gioli

Viole: Lucy Passante Spaccapietra, Lyubov Zuraeva, Avery Thomas, Nina Badin, Alessio Bergamasco

Violoncelli: Francesco Pinosa, Katja Panger, Ilsu Guresci

Contrabbassi: Kevin Reginald Cooke, Ilayda Ulas

Flauti: Sara Caliari, Manuel Chiappin

Oboe: Gabriele Bressan

Clarinetti: Davide Simionato, Andrea Corazza

Fagotto: Paolo Dresto , Lorenzo Loberto

Corni: Andrea Mancini

Trombe: Luka Baic

Timpani: Lorenzo Dari

Almanacco News

You may also like...