Alla Mediateca di Trieste si inaugura il Piccolo Festival dell’Animazione

Piccolo Festival dell'Animazione

PROGRAMMA PER LE SCUOLE E OPERE PRIME

11-16 dicembre

LUNEDÌ 11 DICEMBRE
TRIESTE 
MEDIATECA, ORE 11.30

Presentazione alla stampa e apertura festival – Preview

Pausa pranzo


STUDIO TOMMASEO

ORE 15 -17 
Tavola rotonda “Il futuro dei Piccoli Festival”,con Luca Raffaelli (giornalista e critico), Igor Prassel (direttore artistico Animateka, Lubiana), AndrijanaRuzic (Studiosa di animazione), MatevžJerman (Kraken Festival, Lubiana), Viviana Carlet (direttrice artistica di Lago Film Fest), Andrea Martignoni (storico), coordina Paola Bristot (direttrice artistica del PFA).
ORE 17.00
Presentazione del DVD “Animazioni, 5” con Andrea Martignoni e Roberto Paganelli e Best Off Festival Kraken 

ORE 18.30
Best Off Festival Kraken di Ljubljana con Matevz Jerman
CINEMA ARISTON
ORE 20.30

La tartaruga rossa
proiezione del film alla presenza di Michael Dudok de Wit



MARTEDÌ 12 DICEMBRE
TRIESTE 
CINEMA ARISTON

ORE 9, proiezione per le scuole “La tartaruga rossa” di Michael Dudok de Wit 

ORE 10.30, intervallo

ORE 11-13, Masterclass per le scuole secondarie di secondo grado con MichaëlDudok De Wit


UDINE
 VISIONARIO

ORE 10, Animayoung, proiezione corti d’animazione per le scuole 
CASTELLO – MUSEI CIVICI

ORE 15, visita guidata alla mostra “L’Offensiva di Carta” (Castello – Musei Civici) con gli autori, Paul Wenninger, Massimo Ottoni
VISIONARIO

ORE 17.30, presentazione del catalogo della mostra “L’Offensiva di Carta” alla presenza degli autori – sezione contemporanea
VISIONARIO

ORE 20.30,proiezione pubblica “La tartaruga rossa” di Michael Dudok de Wit


MERCOLEDÌ 13 DICEMBRE
VENEZIA
 ACCADEMIA DI BELLE ARTI

ORE 14-17,Masterclass per gli allievi dell’Accademia con Michael Dudok de Wit


UDINE
 VISIONARIO

ORE 10, proiezione cortometraggi sulla guerra per le scuole secondarie di secondo grado 
e per gli allievi dell’Accademia di Belle Arti di Udine con gli autori Paul Wenninger, Massimo Ottoni
DOBBIA (Staranzano – Go)

DOBIALAB

ORE 21.30, proiezione Animazioni italiane aperto al pubblico

GIOVEDÌ 14 DICEMBRE
PORDENONE 
CINEMAZERO
ORE 9.30, MASTERCLASS per le scuole secondarie di secondo grado con Mauro Carraro 
ORE 11,proiezione Opere prime per le scuole secondarie di secondo grado
TRIESTE
CINEMA ARISTON

ORE 10, AnimaKIDS proiezioni per le scuole

VENERDÌ 15 DICEMBRE

GORIZIA 
KINEMAX

ORE 11,incontro con i giovani artisti Marco Capellacci e Ahmed Ben Nessib

presentazione dei loro film e proiezione delle loro opere e di altre Opere Prime per le scuole secondarie di secondo grado e per studenti universitari

POREDENONE 
BIBLIOTECA CIVICA

ORE 17 AnimaYOUNG


SABATO 16 DICEMBRE
CERVIGNANO DEL FRIULI
 CINEMATEATRO PASOLINI

ore 16, Animakids per bambini con Arianna Cicciò e Igor Imhoff


PICCOLO FESTIVAL DELL’ANIMAZIONE
PROGRAMMA FILM IN COMPETIZIONE


27, 28 e 29 dicembre


MERCOLEDÌ 27 DICEMBRE

TRIESTE 
CINEMA TEATRO MIELA 

ORE 20.30 film in competizione

ORE 22.00 Animazioni italiane
Competizione Menzione Speciale



GIOVEDÌ 28 DICEMBRE
PORDENONE 

MEDIATECA CINEMAZERO

ORE 19.00 Panorama 

CINEMAZERO 

ORE 21 film in competizione 

ORE 22.45 Oniòn di Juan Pablo Zaramella




VENERDÌ 29 DICEMBRE
UDINE 
VISIONARIO

ORE 21 film in competizione 

ORE 22.30 Aperitoon con Emiliano Fasano

ORE 23.00 Assegnazione del Premio del Pubblico e del Premio della Giuria Tecnica ai cortometraggi vincitori.

Ogni serata prevede la proiezione (ca. 70 minuti) dei corti selezionati e un “fuori programma”, scelto dalla direzione artistica.


Il Piccolo Festival dell’Animazione pronto per una “benefica invasione” del Friuli Venezia Giulia. A Trieste dal 12 al 29 dicembre, un programma fittissimo tra mostre, proiezioni, incontri e la grande serata finale di premiazione. Spicca su tutte la presenza del grande autore, premio Oscar, Michael Dudok de Wit con il film “La tartaruga rossa”.

Il Piccolo Festival dell’Animazione è alle porte, e giunge nel 2017 alla sua decima edizione. 
Atteso dal prossimo 11 dicembre fino a fine anno, è un vero festival diffuso, poiché coinvolge tutte le province del Friuli Venezia Giulia e si “allunga” fino a Lubiana e Venezia. 
La nuova edizione si prospetta con un programma più ricco che mai: oltre ottanta i titoli presentati, più di venti appuntamenti e circa trenta corti animati d’autore in competizione.

Anche quest’anno curato da Viva Comix per la direzione artistica di Paola Bristot, il Piccolo Festival dell’Animazione presenta cortometraggi animati rigorosamente d’autore, scelti in un vastissimo panorama internazionale; in gran parte dei casi essi vengono proposti al Festival in prima visione italiana (quando non assoluta). Un festival unico nel suo genere, dunque, non solo per l’alto valore artistico ma anche per le tante e proficue partnership consolidate con enti, associazioni, sale cinematografiche del territorio.

Tra le altre, il Festival conferma, anche per il 2017, la partnership con alcune tra le più importanti realtaà culturali di Trieste: intervengono al Piccolo Festival, infatti, con il loro prezioso aiuto anche Il Cinema Ariston, il Teatro Miela, la cooperativa Bonawentura, la Cappella Underground, la Mediateca, lo Studio Tommaseo, Trieste Contemporanea. Incontri, matinée per le scuole e – naturalmente – tante proiezioni di corti animati d’autore, per concludere con la prima serata dei film in competizione (mercoledì 27 dicembre) con la partecipazione del voto del pubblico e della giuria tecnica. 

Trieste è la sede dell’apertura ufficiale del festival, lunedì 11 dicembre quando, alle 11 alla Mediateca, è attesa la conferenza stampa d’inizio – aperta ai giornalisti e al pubblico – e una breve preview. 
Nel pomeriggio il Festival si sposta allo Studio Tommaseo, dove alle 15, si riunisce la tavola rotonda su “Il futuro è dei piccoli Festival nei territori”. Illustri le firme che intervengono al dialogo: Luca Raffaelli, giornalista e critico di punta di illustrazione e fumetto; Andrea Martignoni, storico del cinema d’animazione e sound designer; Viviana Carlet (direttrice artistica di Lago Film Fest), Igor Prassel (direttore artistico Animateka, Ljubljiana), Andrijana Ružič (Studiosa di animazione), Matevž Jerman (Kraken Festival, Lubiana) per il coordinamento di Paola Bristot. 

Alle 17.30 il programma prosegue con la presentazione del dvd “Animazioni 5” – che oltre che una pubblicazione è anche una mostra, allestita presso Animateka di Ljubljiana – a cura di Andrea Martignoni e Roberto Paganelli (OTTOmani, Bologna). 
“Animazioni 5” – spiega Bristot – presenta molte opere di autori italiani che vivono ormai da molti anni all’estero e che trovano l’occasione di produrre i propri film nei paesi in cui risiedono, a volte grazie anche a coproduzioni internazionali. Alcuni dei film della selezione sono prodotti in Francia, come nel caso di “Briganti senza leggenda” di Gianluigi Toccafondo o “Arco&Frecce” e “Tre suoni” di Francesco Vecchi. Stefano Ricci, trasferitosi da molti anni in Germania, ha mantenuto una collaborazione con la galleria Squadro di Bologna con cui ha prodotto i suoi ultimi film “Il sogno di mio fratello” e “La donna che voleva diventare una collina”. Altri autori stranieri, invece, hanno scelto produzioni italiane per sviluppare i loro corti (come il tunisino Ahmed Ben Nessib e la spagnola Isabel Herguera).
 
Alle 18.30 segue un incontro dedicato Ljubljana Short Film Festival – Kraken Festival, gioiello d’oltreconfine dedicato all’animazione, con i commenti e i racconti del suo direttore della programmazione, Matevž Jerman.

Alle 20.30 al Cinema Ariston è attesissima la proiezione del film “La tartaruga rossa”, di Michael Dudok de Wit, film candidato agli oscar e prodotto da Studio Ghibli, lo stesso del grande Miyazaki. L’autore è presente in sala e introduce la proiezione del film.
Regista, sceneggiatore, illustratore olandese, oltre all’Oscar per il miglior film di animazione per “Father and daughter”, ha ricevuto premi prestigiosi come “Un certain regard”, il “Cèsar Award” e l'”European Film Award” 2016. Non un cortometraggio, ma un lungometraggio (il suo primo) di 80 minuti, “La tartaruga rossa” è un film poetico, metaforico, visionario le cui suggestioni richiamano la potenza della natura e il suo rapporto con l’essere umano.

Martedì 12 dicembre è una giornata di matinée, interamente dedicata agli studenti: alle 9, al Cinema Ariston il capolavoro di Dudok de Wit viene proiettato per le scuole secondarie di secondo grado, mentre alle 11 è lo stesso autore a tenere un workshop dedicato agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado, sempre all’Ariston.
Giovedì 14 dicembre le scuole primarie sono invitate alla proiezione dei tredici corti inseriti nella sezione Animakids: una serie di film – alcuni dei quali in prima assoluta o nazionale – provenienti da diversi paesi con storie sognanti, ironiche, poetiche, divertenti come ci aspettiamo quando pensiamo al mondo come dovrebbe essere. Dalla piccola zanzara infreddolita di “The Mosquitos Pieks” (Maria Steinmetz) alla buffa amicizia tra il grande pennuto Sabaku e un fedele bufalo (dell’olandese Marlies van der Wel) fino alla storia dell”Uomo più piccolo del mondo” dell’argentino Zaramella.

Dedicata alla competizione è la serata di mercoledì 27 dicembre al Cinema Teatro Miela a partire dalle 20.30. La giuria del pubblico e quella tecnica sono deputate a giudicare il miglior corto tra i sette in gara, provenienti da Australia, Germania, Portogallo, Estonia, Danimarca e Polonia. Tre le prime nazionali e tanti, diversi linguaggi sono tra le proposte della serata: dall’asciuttissimo “Lettin’ go” di HYPERLINK “https://vimeo.com/ulopikkov/videos” Ülo Pikkov al culto meccanico e sonoro di “Das Gavetas Nascem Sons” del portoghese Victor Hugo (Rodrigo Areias, Bando à Parte), al divertente “Pussy” della giovane polacca Renata Gąsiorowska (solo per citarne alcuni).

You may also like...