Vespucci: visita alla nave scuola dei tecnici della Nidec ASi, che progettò il motore

L’INCONTRO TRA NIDEC ASI E LA NAVE AMERIGO VESPUCCI. STORIE SECOLARI S’INTRECCIANO, GUARDANDO AL FUTURO

Nidec Vespucci

Un gruppo di dirigenti e tecnici della multinazionale invitati ad ammirare il motore progettato e realizzato dall’azienda per la nave più bella del mondo in sosta a Trieste

Trieste, 23 ottobre 2017 – Incontro tra due importanti realtà della storia italiana sulle rive a Trieste. Protagonisti la multinazionale Nidec ASI, con radici nel Gruppo Ansaldo, fondato nel 1853, e la celebre nave scuola Amerigo Vespucci, varata nel 1931 presso il Regio Cantiere Navale di Castellamare di Stabia, che vanta un motore di ultima generazione, progettato e realizzato proprio dall’azienda leader nella produzione di motori e generatori elettrici.
Ieri, domenica 22 ottobre, una delegazione di dirigenti e tecnici della Nidec ASI ha celebrato questo incontro con una visita alla nave in sosta sulle rive di Trieste, su invito del Comandante di vascello. Il gruppo è stato accolto dal Direttore di Macchina, che ha illustrato ai visitatori il motore Nidec ASI installato a bordo alla fine del 2014, durante il programma di riammodernamento della nave previsto dal 2013 al 2016.
La gloriosa Vespucci, varata il 22 febbraio 1931 presso il Regio Cantiere Navale di Castellamare di Stabia, è un motivo di orgoglio per l’azienda multinazionale con stabilimento storico a Monfalcone, dove il motore fu progettato e costruito. Lo stabilimento di Monfalcone ha una lunga tradizione nella costruzione di motori per applicazioni nel mercato Marine, con radici che risalgono ai Cantieri Navali Triestini oltre 125 anni fa.
Il motore installato a bordo del Vespucci è stato realizzato con caratteristiche singolari per garantire la massima affidabilità. Si tratta di un asincrono a doppie parti attive e rappresenta un magnifico esemplare – anche per il design industriale molto curato – del meglio della produzione Nidec ASI.

Vespucci by night
Molto compatto per la sua potenza, il motore è stato progettato per minimizzare le vibrazioni e la rumorosità, con l’obiettivo di mantenere
integra l’anima del veliero, dando al contempo la possibilità agli allievi di imparare la gestione di moderni sistemi di propulsione.
La fornitura ha incluso un innovativo sistema di generazione in alternata che alimenta, tramite un nuovo quadro di distribuzione e inverter, direttamente il motore, dotato di una configurazione a 2 indotti separati sullo stesso albero. Questa soluzione permette di diminuire i costi di manutenzione, aumentare l’efficienza energetica e mantenere lo stesso livello di ridondanza degli impianti a bordo. Una tecnologia all’avanguardia che permetterà allo storico Vespucci di vivere i suoi secondi cent’anni di storia, rinnovando la sua luminosa fama nel mondo e proiettandola lungo le rotte del futuro.

La Nidec ASI ha assunto questo nome nel 2012, a seguito dell’acquisizione dell’Ansaldo Sistemi Industriali (ASI) da parte della Nidec. L’azienda fornisce in tutto il mondo soluzioni su misura per una vastissima gamma di applicazioni industriali. Opera nel mercato petrolchimico, delle energie rinnovabili e tradizionali, del ferro e dell’acciaio, nel settore navale e dell’automazione industriale. Si specializza in applicazioni per l’industria pesante ad alta potenza e prestazione, come motori elettrici e generatori di 65 MW (87.000cavalli), invertitori e convertitori elettronici di energia, software di automazione e gestione di processi industriali, ammodernamento di impianti energetici e generatori idroelettrici, e sistemi integrati per la produzione di energia rinnovabile e la gestione di connessioni con le reti nazionali.

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *