Seminario a Trieste | UNO, DOPPIO, INFINITO – Il territorio tra scienza e arte

seminario Uno Doppio Infinito

Seminario aperto a tutti organizzato da CASA C.A.V.E dal 20 al 22 ottobre ad Aurisina

Raccontare il territorio attraverso discipline scientifiche, creatività e arte: è questo l’obiettivo del seminario Uno, Doppio, Infinito, una serie di incontri ed eventi che si terranno, da venerdì 20 a domenica 22 ottobre, presso la Casa della Pietra “Igo Gruden” di Aurisina. Organizzato da CASA C.A.V.E. – Contemporary Art Visoglianovižovlje Europe ed inserita nella ricca rassegna L’energia dei luoghi 2017, questa serie di incontri avrà come ospiti alcuni importanti fisici, artisti e personalità impegnati in un dialogo sul legame fra ricerca, creatività e dimensione spirituale dell’essere umano, ponendo l’attenzione sulle diverse “energie” esistenti nel nostro territorio.

«Il focus di quest’anno – sottolinea Fabiola Faidiga, presidente di CASA C.A.V.E. – parte dal tema della “simmetria” in fisica e dalla sua fondamentale importanza nella comprensione del nostro Universo, per aprire un confronto sulle “consonanze” nei legami di pensiero scientifico/creativo, globale/locale e di visione futura». Introdotto da Marina Cobal, fisica e responsabile nazionale dell’esperimento ATLAS al CERN di Ginevra nonché coautrice della scoperta del Bosone di Higgs nel 2012, il seminario affronterà quindi il tema della simmetria da diversi punti di vista grazie agli interventi, tra gli altri, di Michele Maris, ricercatore astronomo, Cecilia Donaggio, multimedia designer ed artista visiva, Carlo Fonda, responsabile del Fablab, laboratorio di fabbricazione digitale, Maurizio Spoto, responsabile dell’Area Marina Protetta di Miramare, Claudia Casarsa, biologa e nutrizionista, Paola Vattovani, artista fotografa e Maddalena Giuffrida, impegnata nella valorizzazione del territorio.

Fisica, astronomia e biologia si confronteranno con l’arte, la fotografia e la creatività in un dialogo che avrà come tema conduttore il territorio e le sue diverse sfaccettature naturali: «Sarà un seminario divulgativo molto interessante – spiega Fabiola Faidiga – una serie di incontri in cui l’arte incontra la scienza e l’energia del fare con l’obiettivo di lavorare assieme e creare utili esempi di sinergia sul territorio». Al termine degli incontri sarà offerto un piccolo buffet curato da Villa Borgo Duino, con vini Pipan Klaric e birra del Bunker.

Uno, Doppio, Infinito sarà preceduto, venerdì 20 ottobre alle ore 18.00, dall’inaugurazione della mostra d’arte visiva Viaggio Trofalassi di Olga Danelone, a cura di Maria Campitelli mentre sabato 21, alle 20.30, sarà possibile assistere all’esibizione del coro voci bianche Fran Venturini di Domio e del coro Igo Gruden di Aurisina nello spettacolo L’energia del canto. Un perfetta unione di arte e scienza chiuderà infine il seminario domenica 22 ottobre alle ore 21.00 quando l’associazione “La macchina del testo” di Trieste porterà in scena Ipzia e la libertà di pensiero, performance teatrale sulla vita di Ipazia, matematica, astronoma e filosofa greca antica. Gli eventi del 21 e 22 ottobre si terranno presso il vicino Circolo Culturale Sloveno “Igo Gruden”, sempre ad Aurisina.

Tutti gli incontri e le mostre sono aperti a tutti e a ingresso gratuito. Dopo la conclusione del Seminario, la Rassegna L’energia dei luoghi 2017 continuerà sino al 12 novembre 2017.

Ideato da Marina Cobal, fisico e Fabiola Faidiga, artista visiva, il seminario Uno, Doppio, Infinito si svolge grazie al contributo della Regione Friuli Venezia Giulia e al patrocinio del Comune di Duino Aurisina – Devin Nabrežina (TS)

Per maggiori informazioni: CASA C.A.V.E. | Contemporary Art Visoglianovižovlje Europe – http://casacave.eu/web/ – casacave.art@gmail.com – fabiolafaidiga@libero.it – cell. 0039 333 4344188

Hai bisogno di una guida turistica personale per visitare Trieste? Scrivici: info@informatrieste.eu

Almanacco News

You may also like...