Pallanuoto, A1 maschile: alla “Scandone” Trieste superata dal Posillipo

Ray Petronio Pallanuoto Trieste

Ray Petronio

Alla “Scandone” non si passa. Nella penultima giornata di andata della serie A1 maschile 2016/2017, la Pallanuoto Trieste è stata superata dal Posillipo per 10-5, al termine di una sfida equilibrata soltanto nella prima meta. “Oggi abbiamo incontrato una squadra che ci ha messo sotto in tutti i fondamentali del gioco – commenta subito dopo la fine del match Stefano Piccardo – forse sono nelle battute iniziali abbiamo avuto il giusto atteggiamento, almeno in fase difensiva. Questa sconfitta ci farà bene, sappiamo su cosa dobbiamo ancora lavorare e migliorare. Adesso testa all’Acquachiara, ci aspetta una battaglia”.
Regna l’equilibrio nei primi minuti della gara. La difesa della Pallanuoto Trieste regge bene alle iniziative dei padroni di casa, ma fatica a pungere davanti. Dopo 5’ il Posillipo trova il vantaggio con Vlachopoulos in situazione di superiorità numerica, poi sempre il greco ex Olympiacos insacca dalla distanza la rete del 2-0 di fine primo periodo.
La seconda frazione inizia con il grande gol del solito Vlachopoulos, che batte Oliva con una precisa colomba (3-0). Trieste però reagisce prontamente. A metà tempo arriva la rete di Rocchi (3-1), poi dopo una superiorità numerica sventata dalla difesa, Mezzarobba si invola in controfuga e insacca il 3-2 sul palo lungo. Al cambio di campo il match è ancora aperto.
Ma il terzo periodo è un incubo per la Pallanuoto Trieste. I ragazzi di Stefano Piccardo non trovano ritmo in attacco, mentre i posillipini sono più cinici e determinati. Klikovac insacca il 4-2 dalla posizione di centroboa, Mattiello firma il 5-2 in superiorità numerica, Subotic fulmina Oliva con un “alzo e tiro” dai 5 metri, infine ancora Vlachopoulos con l’uomo in più scrive 7-2. A 8’ dalla fine i padroni di casa sono in pieno controllo.
L’attacco della Pallanuoto Trieste continua a balbettare, ma almeno Petronio in superiorità trova il gol del 7-3 e interrompe un digiuno di 14’. La partita sembra riaprirsi poco dopo, quando sempre Petronio, col Posillipo in doppia inferiorità numerica, sigla il 7-4. I padroni di casa però non concedono spazio ai sogni di rimonta alabardati. Klikovac sfrutta un’espulsione ai 2 metri e di potenza insacca il pallone dell’8-4, seguito a ruota da Foglio che in superiorità numerica sigla il 9-4. Gara sostanzialmente con 3’ di anticipo dalla sirena finale. C’è il tempo per le reti di Elez e Mattiello, che non cambiano la sostanza.
“Non siamo ancora pronti per lottare alla pari con squadre di questo livello – conclude il d.s. della Pallanuoto Trieste Andrea Brazzatti – complimenti al Posillipo, il successo è ampiamente meritato. Non ci perdiamo d’animo comunque, c’è da mettersi sotto e preparare al meglio il prossimo impegno”. Sabato 28 gennaio alla “Bruno Bianchi” si chiude il girone di andata con la sfida casalinga all’Acquachiara di Pino Porzio.

POSILLIPO – PALLANUOTO TRIESTE 10-5 (2-0; 1-2; 4-0; 3-3)
POSILLIPO: Sudolmlyak, Cuccovillo, Rossi, Foglio 1, Klikovac 2, Mattiello 2, Renzuto Iodice, Subotic 1, Vlachopoulos 4, Marziali, Dervisis, Saccoia, Negri. All. Occhiello
PALLANUOTO TRIESTE: Oliva, Podgornik, Petronio 2, Ferreccio, Giorgi, Giacomini, Di Somma, Rocchi 1, Vukcevic, Elez 1, Mezzarobba 1, Obradovic, Vannella. All. Piccardo
Arbitri: Castagnola e Savarese
NOTE: usciti per limite di falli Rocchi (T) e Obradovic (T) nel quarto periodo; superiorità numeriche Posillipo 5/11, Pallanuoto Trieste 2/8; spettatori 200

www.pallanuototrieste.com
www.facebook.com/pallanuototrieste
instagram: pallanuoto_trieste

You may also like...