Polizia: la Serracchiani abbraccia le rivendicazioni del Sap

debora_serracchiani_sole

Riceviamo il seguente comunicato, che riportiamo integralmente:

“Potenziare in maniera stabile gli organici delle Forze dell’ordine in Friuli Venezia Giulia per garantire la sicurezza dei cittadini in un territorio immediatamente interessato dai flussi migratori e sempre più cruciale per le tratte criminali provenienti dall’Est Europa” sembra uno dei numerosi comunicati emessi dal SAP giuliano durante questi ultimi anni, invece sono le parole del Presidente della Regione, Debora Serracchiani, in una lettera inviata al ministro degli Interni, Marco Minniti.
Ci fa piacere e condividiamo ovviamente in toto quanto richiesto; meglio tardi che mai!
Inoltre ci fa enormemente piacere che ci si inizi a prendere consapevolezza che “si sta delineando un clima di allarme sociale legato al susseguirsi di fatti di cronaca che vedono troppo spesso al centro cittadini di origine straniera”.
Se noi lo avessimo detto, saremmo stati probabilmente accusati di essere pure razzisti.
E dire che il SAP durante un consiglio comunale straordinario sulla sicurezza il 19 ottobre 2015, quando alcune forze politiche dell’allora opposizione avevano chiesto di ascoltare la dei Sindacati di Polizia, aveva in una dettagliata relazione descritto quale era lo stato dell’apparato sicurezza nella provincia di Trieste ed i pericoli sul fronte criminalità proprio in una zona come la nostra così anche geograficamente particolare.
C’era chi all’epoca aveva perfino asserito che in fatto di “forze in campo” la regione F.V.G. fosse militarizzata e la posizione del SAP surreale.
Oggi invece con le dichiarazioni del Presidente della regione F.V.G., quella del n°2 del PD nazionale, il partito che all’epoca del Consiglio comunale straordinario guidava la Giunta Cosolini, c’è la certificazione che le affermazioni del SAP erano responsabili e corrispondenti al vero.
Si avvii quindi subito quel cambiamento tanto richiesto proprio dal SAP e disatteso completamente dall’attuale governo sul tema della sicurezza, ridando all’apparato, uomini nuovi e giovani, mezzi, dotazioni e perfino un adeguato stipendio a differenza da quanto previsto dalla legge di stabilità, una vera propria elemosina a chi anche in questi giorni dimostra, malgrado tutto, di lavorare per la sicurezza della brava gente.

Lorenzo Tamaro – Segretario Provinciale SAP

You may also like...